rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Attualità Silea

Covid, 2.419 classi con provvedimenti: 756 sono in quarantena

Giovedì 20 gennaio il monitoraggio dell'Ulss 2 registra una nuova impennata di contagi negli istituti della Marca. A Silea più di 200 cittadini hanno risposto agli appelli del Comune per cercare volontari e insegnanti

Salgono a 2.419 le classi con provvedimenti Covid in provincia. Un numero davvero impressionante a meno di un mese dalla ripresa delle lezioni. Secondo il monitoraggio diffuso giovedì 20 gennaio dall'Ulss 2: 756 classi sono al momento in quarantena, 444 in monitoraggio, 994 in autosoeveglianza e 225 miste quarantena e autosorveglianza.

Il caso di Silea

Il Comune aveva chiesto aiuto ai cittadini e la risposta non è tardata ad arrivare: tra il progetto “Tamponi in Comune” e la richiesta di personale per le scuole di Silea diffusa dal sindaco nella giornata di lunedì, gli uffici comunali e la segreteria dell'istituto comprensivo sono stati invasi di messe a disposizione da parte di insegnanti infermieri, medici in pensione, operatori socio sanitari. 18 sono i volontari sanitari che si sono offerti per prestare a titolo gratuito la loro professionalità a servizio della collettività per operare nel punto tamponi che il Comune di Silea intende allestire in municipio o in altro luogo idoneo a tale funzione, in accordo con l’Ulss. In meno di 24 ore sono arrivate le disponibilità di medici in pensione e in attività, farmacisti, oss e biologi. Ora l’Ulss attiverà la formazione del personale volontario e verrà predisposto a breve il punto tamponi. Massiccia anche l’adesione alla richiesta di messa a disposizione di docenti supplenti per la Scuola dell’Infanzia e per la scuola primaria: l’appello, lanciato dalla Preside dell’Istituto Comprensivo Marco Polo di Silea, era stato ripreso lunedì dal Sindaco Rossella Cendron sui social e attraverso il canale WhatsApp di comunicazione ufficiale del Comune. Di fronte alla richiesta di aiuto perché mancavano 24 docenti, 2 assistenti amministrativi e 5 collaboratori scolastici, hanno risposto ad oggi 237 cittadini inviando i curricula alla segreteria dell'istituto comprensivo di Silea: tra questi molti laureati in Scienze dell’Educazione e della Formazione, Psicologia, Pedagogia e diplomati magistrali o liceo psico-pedagogico.

I commenti

«I cittadini di Silea hanno riposto con grande generosità al nostro appello: siamo molto felici di poter constatare che il territorio ha un tessuto sociale, fatto di singole persone e di associazioni così pronte ad attivarsi. Questa è una dimostrazione di partecipazione e di coesione sociale: si parla tanto di Comunità, ma si vede veramente se funziona nei momenti di difficoltà. Ringrazio tutti gli insegnanti e professionisti sanitari, ma anche i singoli cittadini che pur non avendo i titoli richiesti hanno dimostrato comunque la loro disponibilità» sottolinea il sindaco di Silea, Rossella Cendon.

«La scuola è un punto nevralgico per la nostra società: non solo le famiglie che hanno bambini che frequentano, ma tutto il territorio subisce a ricaduta le conseguenze legate a chiusure o disguidi organizzativi. Nel chiedere aiuto alla cittadinanza abbiamo voluto comunicare con trasparenza e atteggiamento costruttivo la difficoltà che sta attraversando la scuola in questi giorni: un genitore informato è un cittadino consapevole, che può fare qualcosa attivamente per aiutare a risolvere i problemi» conclude Maria Pia Davanzo, preside dell'istituto comprensivo di Silea.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, 2.419 classi con provvedimenti: 756 sono in quarantena

TrevisoToday è in caricamento