Covid, giornata nera per i decessi in Veneto: 550 nuovi positivi nella Marca

Otto decessi nelle ultime 24 ore in provincia di Treviso. Positivo il parroco di Preganziol e Sambughè: 70 classi in quarantena e 149 in automonitoraggio, il punto di Zaia

Luca Zaia durante il punto stampa (

In attesa del nuovo decreto nazionale sulle misure anti-Covid, il Governatore Zaia ha tenuto un nuovo punto stampa martedì 3 novembre. «Voglio iniziare ringraziando subito tutti i lavoratori della sanità veneta che in questi giorni sono tornati in prima linea in uno scenario da guerra. Ci stiamo avvicinando al picco dei contagi. Entro sera arriveranno 64mila tamponi rapidi dal Governo che invieremo a tutti i medici di base del Veneto. Continuo a pensare che il Veneto oggi non abbia bisogno di nuovi lockdown. Ai cittadini chiedo però di usare sempre la mascherina. Abbiamo l'obbligo di tutelare le persone più a rischio. Il testo del nuovo Dpcm non l'ho ancora visto ma penso si vada verso la chiusura nazionale dei centri commerciali nei weekend, verso una totalità della didattica a distanza per tutte le scuole superiori e credo verso un coprifuoco nazionale nelle ore serali dopo le ore 21» ha spiegato il Governatore.

report-settimanale-covid-2

Il bollettino di Azienda Zero

Sono 2298 i nuovi positivi in Veneto su 31mila tamponi fatti nelle ultime 24 ore. I ricoverati negli ospedali hanno passato la soglia dei mille (sono 1119), 148 i pazienti in terapia intensiva (12 in più di ieri). 532 nuove persone in isolamento. 31 persone hanno perso la vita nelle ultime 24 ore. E' la giornata con il tasso di mortalità più alto della seconda ondata.

Con 439 nuovi positivi nel bollettino di martedì mattina, e 111 casi nel report del pomeriggio, la provincia di Treviso resta la prima per numero di contagi in tutto il Veneto (sono 7513 per l'esattezza). Rispetto a ieri sera sono stati 8 i nuovi decessi in provincia: tra questi un uomo e una donna entrambi over 80 con patologie pregresse, ricoverati a Vittorio Veneto e due decessi in ospedale a Treviso. Una donna e un uomo con altre patologie pregresse e un'età media di 82 anni (salgono dunque a 388 i morti nella Marca dall'inizio dell'emergenza). In terapia intensiva salgono a 12 i ricoverati a Treviso. Quattro pazienti in terapia intensiva a Conegliano. In area non critica sono 79 i ricoverati a Vittorio Veneto (ieri erano 50), 43 al Ca' Foncello di Treviso, 43 a Montebelluna e 7 al San Camillo di Treviso. Preoccupa, infine, la situazione nelle scuole: 19 classi nella Marca hanno almeno uno studente positivo. 70 classi sono in quarantena e 149 in automonitoraggio. Don Gabriele, parroco di Preganziol e Sambughè è positivo e sintomatico al Covid. In quarantena anche la scuola materna di Sambughè per il timore che il parroco abbia contagiato le maestre. 

Il video della diretta

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunce

  • Schianto tra camion, chiuso il tratto Portogruaro-San Stino della A4

Torna su
TrevisoToday è in caricamento