rotate-mobile
Attualità Sant'Antonino / Piazzale dell'Ospedale

Covid, dimessi gli ultimi tre pazienti in terapia intensiva a Treviso

L'annuncio del direttore generale dell'Ulss 2: «In Rianimazione solo un paziente a Conegliano, dalla prossima settimana il calo delle curve». Tamponi: l'Ulss 2 valuta di aprire nuovi Covid point nella zona di Asolo

Gli ultimi tre pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva a Treviso sono stati dimessi in queste ore: il reparto di Rianimazione del Ca' Foncello torna dunque ad essere senza pazienti positivi.

Il bollettino

Nella Marca restano 146 ricoverati in area non critica (Medicina e Malattie infettive) e un solo paziente in terapia intensiva a Conegliano. «Il calo dei ricoveri sarà lento ma inizierà dalla prossima settimana» spiega il direttore generale dell'Ulss 2, Francesco Benazzi. 1.571 i nuovi positivi trovati nelle ultime 24 ore a Treviso e provincia dove sono 16.656 le persone attualmente positive.

Nuovi Covid point

Dopo aver esteso nei giorni scorsi l'orario di apertura dei punti tampone, l'Ulss 2 sta valutando l'apertura anche di due nuovi Covid point nella zona di Asolo. «C'è però da valutare il problema della mancanza di personale - aggiunge Benazzi -: ad oggi sono 350 i dipendenti dell'azienda sanitaria non in servizio tra positivi e non vaccinati. Alcuni operatori sanitari sono stati richiamati a lavoro dopo una sola settimana di ferie, invece delle due previste. Il carico di lavoro resta pesante ma se il Covid inizierà ad essere meno impattante la situazione andrà decisamente in miglioramento» aggiunge il direttore generale. In chiusura un aggiornamento sulla quarta dose: le vaccinazioni giornaliere in provincia di Treviso sono in media 1.200-1.300 al giorno. Alla chiamata stanno rispondendo soprattutto gli Over 70 dal momento che molti ottantenni hanno già avuto il virus.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, dimessi gli ultimi tre pazienti in terapia intensiva a Treviso

TrevisoToday è in caricamento