rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Attualità Sant'Antonino / Piazzale dell'Ospedale

Covid, dimesso l'ex sindaco Manildo: «Virus subdolo e pericoloso»

L'ex primo cittadino di Treviso ha voluto ringraziare su Facebook tutte le persone che gli sono state vicine durante gli undici giorni di ricovero all'ospedale Ca' Foncello

«Sono tornato a casa, felice ed emozionato. Un ringraziamento con tutto il cuore agli operatori sanitari, infermieri, fistioterapiste e medici tutti. Persone che ci mettono passione e lo trasmettono. Un capitale umano incredibile. Un ringraziamento a tutti i medici per la loro disponibilità e umanità al dottor Zanardi, al dottor Peta, al primario dottoressa Romagnoli che mi ha veramente colpito per la grande empatia e professionalità. Prima di questi 11 giorni in ospedale non avevo idea di come fosse questo virus subdolo e pericoloso e di tutta la forza e passione messa in campo dai nostri ospedali. Un lavoro di equipe silenzioso e prezioso. C’è veramente da essere grati e orgogliosi. Grazie a tutte le persone che mi sono state vicine e mi hanno fatto sentire il loro affetto».

Con queste parole l'ex sindaco di Treviso, Giovanni Manildo, ha voluto ringraziare tutte le persone che gli sono state vicine durante gli unidci giorni di ricovero all'ospedale Ca' Foncello. Febbre alta e difficoltà respiratorie i sintomi che hanno colpito Manildo che, nei giorni scorsi, aveva ricevuto decine di messaggi di sostegno anche dall'attuale sindaco Mario Conte. Oggi l'incubo è finito e l'ex primo cittadino ha voluto dedicare un ringraziamento speciale al personale sanitario del Ca' Foncello definendolo «un capitale umano incredibile».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, dimesso l'ex sindaco Manildo: «Virus subdolo e pericoloso»

TrevisoToday è in caricamento