L'Rt a 1, negli ospedali è pronto il piano d'emergenza: 35 posti letto in più

Si sommano ai 64 già attivi negli ospedali di Treviso, Vittorio Veneto e Montebelluna. Sugli 881 positivi al Covid-19 ben 545 sono stranieri (soprattutto balcanici) e il 45% è sotto i 30 anni. Boom di vaccinazioni nella fascia d'età 12-25 anni: quasi 17mila tra il 12 agosto e il 2 settembre

Con il lento ma inesorabile aumento dei contagi e dei ricoveri (attualmente 64, 4 in più nelle ultime ore, con un Rt a quota 1) l'Ulss 2 sta provvedendo alla riorganizzazione della rete ospedaliera in base al piano emergenziale ospedaliero. A metterlo a punto il direttore sanitario, dottor Stefano Formentini. Ai 64 posti letto ne saranno aggiunti ben 35. A Vittorio Veneto quattro posti di terapia intensiva, in una zona adiacente al blocco operatorio, saranno aumentati i posti in area medica internistica con letti semintensivi (complessivamente si tratta di 50 posti), 28 posti in ospedale di comunità, Covid. A Treviso la situazione resterà invariata mentre a Montebelluna saranno inseriti dei posti letti nel reparto di pneumologia e un'area di terapia intensiva dedicata ai malati Covid (cinque i letti che saranno attivati).

Attualmente sono 881 i positivi al Covid-19 in provincia e ben 545 sono stranieri (soprattutto balcanici) che durante l'estate hanno viaggiato (è il caso dell'ormai famoso cluster dei macedoni) e il 45% tra loro è sotto i 30 anni. Attualmente sono sette le persone in terapia intensiva (quattro macedoni, due italiani ed un albanese, tutti non vaccinati).

La campagna vaccinale prosegue intanto a pieno ritmo e con numeri molto positivi: si avvicina la fatidica soglia dell'80%. Boom in particolare di vaccinazioni tra i giovani, soprattutto studenti, della fascia d'età 12-25 anni: quasi 17mila tra il 12 agosto e il 2 settembre.

Sul "fronte interno" dei dipendenti Ulss 2 che hanno rifiutato il vaccino ci sono nuove sospensioni che riguardano 12 infermieri, 7 oss e 11 medici. Ben 35 le lettere in partenza. Quattro le posizioni di medici di base che sono al vaglio mentre sono ben 59 i dipendenti che hanno deciso di vaccinarsi dopo aver ricevuto la lettera.

Video popolari

L'Rt a 1, negli ospedali è pronto il piano d'emergenza: 35 posti letto in più

TrevisoToday è in caricamento