Attualità Sant'Antonino / Piazzale dell'Ospedale

Covid, al Ca' Foncello i carabinieri donano il plasma iperimmune

Una decina i carabinieri della provincia di Treviso guariti dal Covid e intenzionati a donare il plasma iperimmune. Il primo è stato un carabiniere in servizio a Codognè

La donazione del plasma all'ospedale Ca' Foncello

Nella mattinata di venerdì 8 gennaio un giovane carabiniere in servizio alla stazione di Codognè, è stato il primo militare dell'Arma a donare nella Marca il plasma iperimmune. La donazione si è tenuta presso gli ambulatori specializzati dell’ospedale Cà Foncello di Treviso.

Il Comando Legione "Veneto" ha aderito alla campagna di sensibilizzazione della Regione Veneto grazie alla proficua collaborazione con il centro di medicina trasfusionale dell'Ulss 2 "Marca Trevigiana", diretto dalla dottoressa Arianna Veronesi. I carabinieri del Comando provinciale di Treviso, così come i colleghi di altre province venete, stanno dando il loro prezioso contributo, spinti dall'inclinazione a prodigarsi per il bene della collettività ben oltre a quelli che sono i doveri istituzionali. Sono infatti già una decina i militari dell’Arma di vari reparti della Marca, risultati positivi al Covid e ora guariti. Tutti hanno deciso di intraprendere volontariamente il percorso che, previa esecuzione di esami specifici, potrà consentirgli di donare il plasma iperimmune per alimentare la preziosa banca del plasma e fornire un importante supporto per la cura delle persone che lottano contro la malattia in ospedale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, al Ca' Foncello i carabinieri donano il plasma iperimmune

TrevisoToday è in caricamento