rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
IL BOLLETTINO / Sant'Ambrogio di Fiera / Via Sant'Ambrogio, 37

Covid, 585 nuovi positivi e 244 ricoverati: «Treviso rischia la Fase 4»

Giovedì 9 dicembre l'apertura del Covid hospital al San Camillo di Treviso, Vittorio Veneto torna quasi del tutto ospedale Covid. Scatta la Fase 3: 16 pazienti in terapia intensiva

Treviso riattiva gli ospedali Covid: giovedì 9 dicembre al San Camillo di Treviso sono stati attivati i primi 34 posti letto Covid ma l'Ulss 2 è pronta ad arrivare fino a 60 posti Covid in caso di nuove emergenze. Per ora un solo ricoverato positivo. A Vittorio Veneto, invece, aumentano i ricoverati in area non critica e l'ospedale sta tornando ad essere sempre più Covid hospital. Con 244 ricoverati negli ospedali della provincia, di cui 16 in terapia intensiva, l'Ulss 2 è entrata ufficialmente in Fase 3 (su una scala di 5). La maggior parte dei ricoverati non è vaccinata come evidenzia il grafico sottostante.

WhatsApp Image 2021-12-09 at 18.37.23 (1)-2

Francesco Benazzi, direttore generale dell'Ulss 2, commenta: «Di questo passo rischiamo di finire anche in Fase 4 se i ricoveri continueranno ad aumentare». La Fase 4 comporta una riduzione quasi totale delle prestazioni ospedaliere extra-Covid. «Per il momento, nonostante l'apertura dei Covid hospital, stiamo cercando di garantire il più possibile l'attività ordinaria. Ci sono da recuperare però 17mila prestazioni arretrate e circa 6mila interventi chirurgici a causa della pandemia - continua il direttore generale - L'incidenza provinciale intanto è salita a 468 casi su 100mila abitanti (a causa soprattutto del distretto di Asolo che ha raggiunto i 632 casi su 100mila abitanti, 585 i nuovi positivi trovati in provincia di Treviso a fronte di oltre 5mila tamponi fatti. Attualmente nella Marca sono 8088 le persone positive al virus. «La fascia d'età più colpita tra i nuovi contagi è quella che va da 0 a 11 anni - continua Benazzi - Stiamo spingendo per avviare il prima possibile le vaccinazioni pediatriche. Inizieremo giovedì 16 o al massimo venerdì 17 dicembre. Saranno coinvolti i bambini da 5 a 11 anni, le vaccinazioni saranno fatte dai pediatri di famiglia nei vax point della provincia. I genitori dovranno necessariamente prenotare la vaccinazione dei loro figli per evitare code. Avranno una corsia preferenziale, in modo da non fare entrare in contatto in bambini con gli altri utenti in coda. Dal 17 dicembre avremo a nostra disposizione 3 medici e quattro nuovi infermieri che lavoreranno 38 ore a settimana. Una goccia nel mare ma è già qualcosa» conclude Benazzi.

WhatsApp Image 2021-12-09 at 18.37.23 (2)-2-2

Il video della diretta

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, 585 nuovi positivi e 244 ricoverati: «Treviso rischia la Fase 4»

TrevisoToday è in caricamento