rotate-mobile
Attualità Sant'Antonino / Piazzale dell'Ospedale

Covid: 164 ricoverati, un anno fa erano 432. «Senza vaccini saremmo al tracollo»

Mercoledì 1º dicembre il bollettino dell'Ulss 2 registra un primo calo dell'incidenza provinciale. Occupati due posti letto in terapia intensiva a Conegliano. Dal 7 dicembre riapre il punto tamponi drive-in alla discoteca Melodi

«Il vaccino anti-Covid ha evitato il tracollo del nostro sistema sanitario». A dirlo, mercoledì 1º dicembre è il direttore generale dell'Ulss 2, Francesco Benazzi. «Dai dati degli ultimi giorni, confrontati con quelli dell'anno scorso, credo sia piuttosto evidente quanto la vaccinazione abbia evitato un vero e proprio disastro a livello ospedaliero: avremmo 6 volte i ricoveri che abbiamo oggi in terapia intensiva, i ricoverati in area non critica sarebbero quadruplicati e così anche i casi positivi».

WhatsApp Image 2021-12-01 at 15.56.25 (2)-2

Il bollettino di oggi indica infatti 164 pazienti Covid ricoverati negli ospedali della Marca (5 in più rispetto a ieri). Il 1º dicembre 2020, però, erano 432 (vedi tabella sopra). 15 i ricoveri nelle terapie intensive di cui 7 a Treviso, 4 a Vittorio Veneto, 2 a Conegliano e 2 a Montebelluna. I due nuovi posti letto di terapia intensiva a Conegliano sono stati aperti in questi giorni per far fronte all'aumento dei ricoveri. L'Ulss 2 ha, infatti, deciso di tenere 8 posti letto di riserva per non avere emergenze nelle terapie intensive, impegnando negli ultimi giorni 10 medici e 20 infermieri. Da giovedì 2 dicembre apriranno 24 posti letto precauzionali nel reparto di Malattie infettive a Treviso. Un buona notizia arriva invece dall'incidenza provinciale, diminuita per la prima volta dopo diversi giorni di crescita: sono 330 i casi positivi su 100mila abitanti (ieri erano 333). Pieve di Soligo (372 casi) ed Asolo (376 casi) restano i distretti più colpiti. In provincia di Treviso 70 Comuni sono sopra i 250 casi su 100mila abitanti mentre 13 Comuni hanno superato i 400 casi su 100mila a causa dei contagi legati alle scuole. Nessun positivo tra gli ospiti delle case di riposo ma 16 operatori positivi. Aprirà martedì 7 dicembre, invece, il punto tamponi drive-in davanti alla discoteca Melodi di Castelfranco: verrà creato utilizzando uno dei due tendoni oggi presenti davanti all'aeroporto di Treviso e farà dai mille ai 2mila tamponi al giorno alleggerendo le code al Covid point di Altivole. Tre opzioni al vaglio, infine, per il nuovo centro vaccini che aprirà entro la prossima settimana nel distretto di Pieve di Soligo: «Serve un'area che contenga 200 persone e faccia mille tamponi al giorno - conclude Benazzi - Stiamo finalizzando anche il rapporto con i pediatri per vaccinare i bambini dai 5 agli 11 anni nei nostri vax point. A Conegliano e Castelfranco Veneto saranno vaccinati in ospedale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid: 164 ricoverati, un anno fa erano 432. «Senza vaccini saremmo al tracollo»

TrevisoToday è in caricamento