Domenica, 25 Luglio 2021
Attualità

Covid, Zaia: «Nuovi contagi in Veneto sono quasi tutti asintomatici»

Martedì 13 luglio il nuovo punto stampa del presidente della Regione con la dottoressa Russo e l'assessore Lanzarin. 85 casi di Variante Delta in Veneto e 52 casi di Variante inglese

Luca Zaia, l'assessore Lanzarin e la dottoressa Russo

«I positivi trovati in Veneto in questi giorni sono quasi tutti asintomatici, ci sono stati però sei nuovi ricoveri di cui tre riguardano 50enni non vaccinati finiti in terapia intensiva nelle ultime 24 ore. Se c'è una certezza, però, è che i vaccini non fanno finire in ospedale anche se si risulta positivi al virus».

Martedì 13 luglio inizia con queste parole il nuovo punto stampa del presidente Zaia sull'emergenza Covid in Veneto. «Siamo la prima regione in Italia per numero di tamponi fatti: 437 ogni 100mila abitanti. La media nazionale è 241 su 100mila, noi ne stiamo facendo il doppio. I nostri Covid point restano aperti e gratuiti per tutti i cittadini, il mio appello rimane quello di utilizzarli. Oggi ci si contagia più facilmente ma si finisce meno in ospedale. Continuare con il tracciamento, quindi, è fondamentale - prosegue Zaia - d'altro canto è anche vero che, facendo così tanti tamponi, è inevitabile che l'incidenza torni a salire. Al Governo dico: i dati sull'incidenza vanno interpretati, se una regione non fa tamponi è chiaro che avrà un'incidenza bassa. A noi interessano invece i livelli di ospedalizzazione e, per ora, la situazione in Veneto è assolutamente sotto controllo. E' innegabile che lo scenario epidemiologico sia cambiato, ma non avendo gli ospedali pieni penso non ci sia ancora bisogno di tornare al sistema delle zone e a nuove restrizioni». In chiusura un aggiornamento sulla campagna vaccinale: «47mila i vaccini somministrati nelle ultime 24 ore a livello regionale. Ci sono poche dose disponibili quindi stiamo andando un po' a rilento ma domani daremo importanti aggiornamenti su questo tema» conclude il Governatore.

Dopo Zaia la dottoressa Russo ha concluso il punto stampa con una panoramica generale sullo sviluppo della Variante Delta. «Il Paese più colpito rimane il Regno Unito: ad oggi hanno oltre 34mila positivi al giorno. 3mila i ricoveri settimanali mentre la mortalità è di 200 persone a settimana. A livello di vaccini loro sono all'87% di copertura con una dose, 66% con entrambe le dosi. Il Veneto è al 67% di prime dosi e 45% di cittadini con la vaccinazione completa. La nostra ultima incidenza - conclude la dottoressa Russo - è di 11 casi su 100mila abitanti. I vaccini stanno funzionando: non ci sono aumenti importanti di ricoveri né di decessi. Tra gli operatori sanitari i casi sono praticamente scomparsi. I vaccinati risultati positivi al Covid si sono contagiati perché hanno contratto il virus subito dopo (o poco prima di sottoporsi alla seconda dose di vaccino). Tra i tamponi positivi sequenziati ad oggi abbiamo trovato 85 casi di Variante Delta in Veneto, 52 casi di Variante inglese, 12 di Variante Brasiliana e 4 casi di Variante Kappa».

Il bollettino di Azienda Zero

Nelle ultime 24 ore sono 254 i nuovi positivi a livello regionale su 25.927 tamponi fatti per un'incidenza dello 0.97%. I casi attualmente positivi in isolamento sono 5.275. I ricoverati negli ospedali sono 249 (+6 rispetto a ieri) di cui 16 pazienti Covid in terapia intensiva (+1 rispetto a ieri). Un solo decesso nelle ultime 24 ore.

Il video della diretta

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, Zaia: «Nuovi contagi in Veneto sono quasi tutti asintomatici»

TrevisoToday è in caricamento