rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Attualità Centro / Piazza dell'Università

A Treviso arte e cultura a sostegno della ricerca pediatrica

Inaugurata la mostra che vede coinvolte cinque realtà legate alla Marca Trevigiana a favore di Fondazione Città della Speranza. Lanciata la raccolta fondi per la “adozione” del sesto cristallo

Sei cristalli realizzati su disegno originale di Mauro Piemonte (Bottega 21 di Codroipo) e resi ciascuno un’opera unica dall’estro dei due artisti Erika Fresch e Massimo Clemente, esposti lungo un percorso d’arte che parte da Piazza della Università, attraversa Quartiere Latino e si conclude in Piazza Santa Maria dei Battuti. Questo l’allestimento artistico a cielo aperto inaugurato in Piazza della Università dal sindaco di Treviso Mario Conte e dall’assessore ai Beni Culturali Lavinia Colonna Preti insieme al fondatore di Città della Speranza Giovanni Franco Masello. Una serie di opere che vuole rappresentare l’unione tra arte, cultura, cura del territorio, ricerca ed attenzione verso gli altri.

A Fondazione Città della Speranza è infatti destinato l’importo di 25 mila euro donato complessivamente da cinque realtà imprenditoriali particolarmente attente e legate a territorio ed al tessuto economico e sociale trevigiani come Benetton Rugby, Bibanesi, Cadoro, Meares e Mediolanum, che hanno scelto di aderire a questo innovativo progetto a sostegno della ricerca scientifica pediatrica. «Questa iniziativa è frutto dell’impegno costante di coinvolgimento e divulgazione profuso da Consiglieri e Volontari di Città della Speranza nell’ambito del territorio in cui vivono ed operano - chiosa Giovanni Franco Masello - Solo uniti possiamo riuscire a vincere quella che rappresenta per la Fondazione la sfida più importante: garantire un futuro a tutti i bambini colpiti da malattie che oggi non hanno ancora una cura. Ai Donatori che hanno aderito a questo progetto non posso quindi che rivolgere il mio più sincero e grato ringraziamento».

Le opere d’arte rimarranno esposte a beneficio dei residenti, visitatori e turisti della Città per l’intero periodo natalizio, così da arricchire ulteriormente il già nutrito calendario di appuntamenti inaugurato sabato scorso dalla Amministrazione Comunale, ed alla fine delle feste troveranno dimora presso i singoli donatori. «L’arte è bellezza, emozione ma anche un mezzo per fare del bene - le parole del sindaco Mario Conte - Attraverso questa serie di opere non solo andiamo ad impreziosire un angolo della nostra Città ma ci uniamo simbolicamente, facendo squadra, per sostenere la ricerca di Città della Speranza, una realtà che aiuta e sostiene i bambini colpiti da malattie rare. Inoltre, la mostra sarà un’occasione per ringraziare tutti coloro che, quotidianamente, anche attraverso l’artigianato e la creatività, dimostrano sensibilità e generosità nei confronti dei progetti di ricerca volti a dare un futuro ai più piccoli»

Tangibili l’entusiasmo e la emozione degli Artisti e dei Donatori partecipanti alla inaugurazione di questa particolare mostra che, visto il grande consenso raccolto, potrebbe diventare un appuntamento costante del Natale Trevigiano. Il sesto cristallo esposto e “non assegnato” è invece a disposizione di tutti. Sarà possibile adottare questa opera effettuando una donazione a Fondazione Città della Speranza, indicando quale causale “Cristallo d'arte”, e così rendere il cristallo veicolo di un messaggio di solidarietà e di impegno verso la ricerca pediatrica. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Treviso arte e cultura a sostegno della ricerca pediatrica

TrevisoToday è in caricamento