rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Attualità Pieve di Soligo

Male incurabile, il ciclismo trevigiano piange Daniela Bortoletto: aveva 68 anni

Giudice di gara conosciuta in tutta Italia, ha perso la vita per un tumore al pancreas scoperto solo un mese e mezzo fa. Residente a Pieve di Soligo, lascia il marito Albino Bertazzon e i figli Laura e Nicola. Giovedì pomeriggio il funerale

Una tumore al pancreas fulminante ha spento per sempre il sorriso di Daniela Bortoletto, 68 anni, conosciutissima nel mondo del ciclismo trevigiano per la sua attività di giudice di gara (soprattutto nelle competizioni juniores). 

Come riportato da "Il Gazzettino di Treviso" Daniela, originaria di San Donà di Piave, viveva da anni a Pieve di Soligo con il marito Albino Bertazzon, anche lui giudice di gara e amante delle due ruote. Una coppia bellissima e affiatata, legata dall'amore per il ciclismo. Albino era stato il maestro di Daniela, insegnandole tutto ciò che sapeva sullo sport amato da entrambi: un mese e mezzo fa, durante l'Adunata degli Alpini di Udine a cui Bertazzon ha preso parte, Daniela ha scoperto di essere malata dopo una visita di controllo fatta per capire da cosa fossero provocati i dolori allo stomaco che le erano venuti nelle ultime settimane. Il tumore al pancreas si è però rivelato fulminante: lunedì 26 giugno Daniela è mancata tra le braccia del marito con cui aveva festeggiato i 25 anni di matrimonio. L'ultimo saluto sarà celebrato giovedì 29 giugno, alle ore 16, nel Duomo di Pieve di Soligo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Male incurabile, il ciclismo trevigiano piange Daniela Bortoletto: aveva 68 anni

TrevisoToday è in caricamento