menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incubo al condominio alle Stiore: buco da 200 mila euro e famiglie costrette al gelo

Da una settimana 70 nuclei familiari sono costretti a vivere senza riscaldamento a causa della morosità dei condomini, in debito di 40 mila euro con l’azienda che fornisce gas e luce

E' un vero e proprio incubo quello che stanno vivendo in questi giorni le 70 famiglie che risiedono alla torre condominio di piazzale Pistoia a Treviso, il cosiddetto "Gazzettino" delle Stiore. Da una settimana, infatti, l’azienda che fornisce gas e luce alla struttura ha deciso di chiudere i rubinetti a seguito di una situazione di morosità generalizzata nei suo confronti di circa 40 mila euro, una situazione ormai annosa che ha ora portato tutti a vivere al freddo. Il condominio, però, vive una situazione di difficoltà ben maggiore visto che fino a pochi mesi fa il buco complessivo aveva raggiunto i 200 mila euro (per spese condominiali, riscaldamento centralizzato, ascensore, manutenzione e così via), ammontare poi diminuito fino agli attuali 164 mila euro grazie all'intervento dell'amministratore Alessandro Meo nominato lo scorso novembre. L’amministratore chiede dunque una proroga per cercare di trovare un accordo coi condomini morosi, chiedendo altresì all'azienda che fornisce il gas di mettersi una mano sulla coscienza e riaprire gli allacci per permettere a tutti di non dover vivere al freddo in queste fredde giornate da passare in "zona rossa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

social

Domenica 11 aprile: accadde oggi, santo del giorno, oroscopo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento