Attualità Centro

Deiezioni canine non raccolte, il Comune aumenta i controlli

Negli ultimi giorni si è registrato un aumento degli episodi di inciviltà da parte di cittadini che non raccolgono i bisogni dei loro animali. Sui social l'appello del sindaco Mario Conte ai concittadini

«In questi giorni si sta verificando un leggero incremento degli episodi di maleducazione da parte di alcune persone che non hanno raccolto le deiezioni o sciacquato la pipì dei propri amici a quattro zampe nelle strade di Treviso. Abbiamo quindi deciso di aumentare i controlli per garantire la pulizia, l'igiene e il decoro della nostra città».

Inizia con queste parole l'appello del sindaco Mario Conte ai cittadini di Treviso per far fronte all'aumento di casi di deiezioni canine non raccolte nelle strade di Treviso. «Ricordo che, da regolamento, la mancata rimozione dei bisogni dei propri animali comporta una sanzione da 400 euro, 50 per l'imbrattamento da pipì. Fortunatamente la maggior parte dei cittadini rispetta le regole - conclude il primo cittadino - vedo tantissimi trevigiani muniti di borraccia o bottiglietta (obbligatoria) per la lavatura delle deiezioni: un piccolo gesto, certo, ma che risulta fondamentale per tenere pulita e accogliente la città. Vogliamo bene agli animali, vogliamo bene alla nostra Treviso».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Deiezioni canine non raccolte, il Comune aumenta i controlli

TrevisoToday è in caricamento