menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I lavori in corso all'ex Consorzio Agrario

I lavori in corso all'ex Consorzio Agrario

Dopo il crollo del tetto arriva la demolizione per la casetta dell'ex Consorzio Agrario

La struttura di viale Nino Bixio a Treviso, abbandonata ormai dagli anni '90, era a pericolo di crollo. La speranza della Regione, proprietaria dell'area, è quella di alienare il tutto

Una demolizione dovuta e attesa da anni. E' questo il destino a cui nelle scorse ore è andata incontro la vecchia "casetta" dell'ex Consorzio Agrario presente a pochi passi dall'Istituto Sile e da Porta Carlo Alberto. Lo scorso 1 agosto, infatti, una porzione del tetto (malconcio ormai da decenni) era letteralmente crollata a terra scaraventando calcinacci ovunque. Una situazione diventata tutto d'un tratto insostenibile e che ha portato Numeria (proprietaria di quella porzione dell’ex consorzio che è invece di proprietà regionale) ad intervenire immediatamente per bonificare a zona demolendo tutto ciò che era a rischio crollo.

A questo punto, forse, in viale Nino Bixio a Treviso potrebbe essere arrivato un punto di svolta in una querelle che ormai si protrae da troppo tempo, ossia quella della vendita di tutta l'area in cui insiste la struttura del vecchio Consorzio. La Regione negli anni ha abbassato il prezzo d'asta fino a 6 milioni di euro, ma ancora nessuno si è fatto avanti e, nel frattempo, il progetto tra Comune e Ater di prendere in gestione la zona per costruire appartamenti e uffici a basso costo è del tutto naufragato. La demolizione di queste ore, però, potrebbe riaccendere la voglia di qualche investitore, pronto ad accaparrarsi un'ampia porzione di terreno tra la Restera e il centro città. Bisogna però correre, perché le offerte nei confronti della Regione scadranno il prossimo 31 dicembre.

842da86a-f7c0-4b0c-a308-598dc1786d57-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
blog

Il papà più bello d'Italia? Ha 34 anni, è trevigiano ed è gay

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento