rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Attualità Preganziol

Preganziol: detrazioni in arrivo per gli studenti pendolari dei licei

La Giunta comunale guidata dal sindaco Galeano ha stanziato una somma di quindicimila euro per i liceali residenti nel comune e abbonati ai mezzi pubblici per raggiungere le scuole

E' stato approvato giovedì 7 febbraio dalla giunta di Preganziol il bando in sostegno delle famiglie con figli che frequentano le scuole superiori ed affrontano costi per il trasporto pubblico per poterle frequentare.

Si tratta di un sostegno economico che copre una parte dei costi di abbonamento per il trasporto pubblico che le famiglie si ritrovano a sostenere durante l'anno scolastico. La somma stanziata è di quindicimila euro ed è destinata alla copertura di tutti gli abbonamenti su gomma e su ferro fatti dagli studenti che frequentano le scuole superiori e che sono residenti a Preganziol. Le fasce di reddito Isee sono tre: la prima va dagli 0 ai 7500 euro; la seconda dai 7501 ai 12.500 euro; la terza dai 12.501 ai 16.500. Il Comune di Preganziol contribuirà con una copertura massima di 200 euro annuali a figlio. La copertura sarà così organizzata: 100% della spesa fino ad un massimo di 200 euro a figlio per la prima fascia; 75% della spesa fino ad un massimo di 150 euro a figlio per la seconda fascia; 50% della spesa fino ad un massimo di 150 euro a figlio per la seconda fascia; All'Urp del Comune si potrà trovare il modulo da compilare, per poter fare domanda, inoltre, serviranno gli scontrini o le pezze giustificative degli abbonamenti e l'Isee valido. L'apertura del bando è prevista per il mese di giugno.

Il sindaco Paolo Galeano commenta la notizia con queste parole: «Sappiamo di come il nostro territorio si trovi su una tratta importante, e che i nostri ragazzi usano spesso il trasporto pubblico per recarsi a scuola a Treviso, Mogliano, Mestre o Venezia e non solo. Dopo gli importanti risultati ottenuti sul fronte del miglioramento dei servizi di trasporto (l'unificazione della tratta dell'8E, l'aumento delle corse dei treni in maniera considerevole, etc...) abbiamo voluto sostenere le famiglie stanziando una somma per la copertura degli abbonamenti per treni e autobus. L'iniziativa si inserisce in percorso iniziato da anni e che ha già visto il sostegno realizzato anche in altri ambiti: innalzamento della soglia di esenzione irpef da 10.000 a 12.500, revisione al ribasso delle rette dei nidi, abbassamento dei costi dei buoni pasto nelle scuole, inclusione di un maggior numero di nuclei familiari nelle fasce che beneficiano dell'esenzione parziale o totale dal pagamento dei buoni pasto, gratuità nella frequentazione delle attività sportive (progetto Sport in Comune, la cui frequentazione è cresciuta da 70 a 124 ragazzi), contributi economici legati a progetti di reinserimento per le famiglie in difficoltà: un percorso costellato di importanti risultati - conclude il sindaco - tutti all'insegna di politiche di equità, giustizia e sostegno sociale per contribuire ad eliminare gli ostacoli alla sviluppo alla persona di cui all'articolo 3 della nostra Costituzione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Preganziol: detrazioni in arrivo per gli studenti pendolari dei licei

TrevisoToday è in caricamento