Quando un'epidemia diventa una pandemia?

Il virus che causa il nuovo coronavirus (COVID-19), continua a diffondersi in tutto il mondo. Ad oggi ci sono oltre 82.000 casi a livello globale, con infezioni ora riportate in tutti i continenti tranne l'Antartide e almeno 2.800 decessi in tutto il mondo, principalmente nella Cina continentale

Almeno 11 paesi europei, tra cui Italia, Spagna, Francia e Svizzera, hanno ora casi confermati, nonché diversi paesi del Medio Oriente.  La cosiddetta " diffusione della comunità ",  significa diffusione di una malattia per la quale la fonte di infezione è sconosciuta, ed è anche uno dei due fattori che soddisfano i criteri di una pandemia.

Qual è la differenza tra un'epidemia e una pandemia?

Con questa malattia che si sta diffondendo in tutto il mondo, la domanda sorge spontanea, sul perché l'epidemia non è ancora stata dichiarata una pandemia e invece è ancora considerata un'epidemia. Un'epidemia, di solito si riferisce a una malattia che dimostra un rapido aumento dei casi in un breve lasso di tempo e la malattia potrebbe manifestarsi nella popolazione generale o in popolazioni specifiche.

Le epidemie, sono solitamente localizzate in una specifica regione del mondo. Alcune trasmissioni della malattia, possono passare ad altre regioni ma la probabilità che possa diffondersi al di fuori dell'area in cui la malattia inizialmente sviluppata, è bassa. Le epidemie, sono generalmente dichiarate e definite da agenzie nazionali di sanità pubblica, come l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

Le pandemie, sono diverse dalle epidemie, perché vedono la presenza e diffusione del rischio e della malattia, nella maggior parte delle aree del mondo e tra la maggior parte delle popolazioni umane. In generale, una pandemia è uno scoppio di una malattia infettiva che sta dimostrando una diffusione prolungata da uomo a uomo, in più regioni del mondo e si sta verificando nella maggior parte, se non in tutte, le popolazioni.

Chi dichiara un virus una pandemia?

L'OMS definisce una pandemia, la diffusione mondiale di una nuova malattia. L'ultima volta che ha dichiarato una pandemia in tutto il mondo è stata il 9 giugno 2009, per l'influenza suina H1N1. La pandemia H1N1 del 1918, è un classico esempio di pandemia di forte impatto, meglio conosciuta come " l'influenza spagnola ", è stata la pandemia più grave della storia recente, uccidendo circa 50 milioni di persone in tutto il mondo e infettando quasi un terzo della popolazione mondiale.

Attualmente, l'OMS utilizza un approccio a sei fasi per determinare quando un virus raggiunge il livello di una pandemia. Le fasi da uno a tre riguardano la preparazione, mentre le fasi da quattro a sei segnalano, la necessità di una risposta e una mitigazione immediate.

COVID-19 diventerà una pandemia?

Al momento, l'OMS non ha dichiarato COVID-19 una pandemia, tuttavia, il 30 gennaio 2020, l’ epidemia fu dichiarata come un'emergenza di sanità pubblica di interesse internazionale, che è il suo più alto livello di allarme.

Ciò, non significa che COVID-19 alla fine non sarà dichiarato una pandemia. I paesi con casi attivi, devono continuare le misure per contenere la diffusione dell'infezione da pazienti infetti ad altri. Tutti i paesi e le giurisdizioni, devono continuare a monitorare e rafforzare le capacità di sorveglianza per i casi COVID-19 e quelli a rischio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La realtà, è che i funzionari sanitari non sanno se COVID-19 raggiungerà i livelli di pandemia.  La traiettoria osservata nelle ultime settimane e la parabola che intraprenderà nei prossimi mesi, è incerta. Tuttavia, i molti dei passi fatti negli ultimi 15 anni, di derivazione esperienziale dall’influenza H1N1 del 2009 e la SARS, da parte del nostro sistema sanitario e di ricercatori, dovrebbe riuscire a calcare una traccia già battuta in precedenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Covid, Zaia: «Treviso sta entrando nella terza fascia di emergenza»

  • Nuovo Dpcm, Conte ha firmato: ecco che cosa cambia da lunedì

  • Pranzo tra amici si trasforma in un focolaio Covid: trovati quindici positivi

  • Covid, Zaia: «In arrivo nuova ordinanza per limitare gli assembramenti»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento