Studenti disabili e sport: Treviso stanzia 50mila euro di finanziamenti

Martedì 11 febbraio sono stati approvati dalla Giunta di Treviso i contributi per incentivare alunni e studenti con disabilità alla pratica sportiva. Un investimento importante

In foto l'assessore Silvia Nizzetto

La Giunta comunale di Treviso ha approvato nelle scorse ore l’erogazione di un contributo di 50mila euro per iniziative complementari nelle scuole dell’infanzia e primarie e progetti di avviamento allo sport per alunni e studenti con disabilità frequentanti le scuole primarie e secondarie di primo grado.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Trentamila euro sono stati impegnati per le proposte progettuali presentate da associazioni sportive, federazioni, enti di Promozione sportiva e associazioni di promozione sociale per le iniziative complementari rispetto a quelle svolte in orario curricolare. L’amministrazione sosterrà la realizzazione di attività mediante un contributo di 15mila euro ad almeno due soggetti che predisporranno le migliori proposte progettuali condivise con scuole materne e primarie (pubbliche e parificate). Altri 20mila euro verranno invece erogati (sempre mediante avviso pubblico) alle associazioni sportive per progetti di incentivazione per l’avviamento allo sport di alunni e studenti con disabilità frequentanti le scuole primarie e secondarie di primo grado del territorio comunale attraverso un percorso che favorisca l’inclusione e l’ampliamento dell’opportunità tramite l’attività fisica. «Fra gli obiettivi della nostra Amministrazione c’è quello di sviluppare connessioni e sinergie fra associazioni sportive, federazioni ed enti e scuole materne e primarie», le parole dell’assessore allo Sport Silvia Nizzetto. «Intendiamo infatti sostenere progettualità volte ad avvicinare i più piccoli, gli studenti e ragazzi con disabilità allo sport, importante perché permette di conoscere l’esistenza di un mondo di regole in una dimensione ludica e inclusiva. Treviso vuole confermare la sua vocazione sportiva sostenendo tutte quelle iniziative che ne permettono la diffusione. Lo sport è educazione, socialità e benessere fisico». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Mister Italia 2020, un 27enne di Mogliano vince la fascia di Mister Fitness

  • Rimorchio si rovescia in strada, persi quasi 40 quintali di uva

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Distributore di bevande trovato morto nel suo camion

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento