menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Distretto Socio Sanitario di Mogliano: ecco il sì della Giunta al progetto di riqualificazione

Predisposto dall’Ulss, prevede lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento normativo. La spesa prevista è di 740 mila euro e sarà sostenuta in pari quota col Comune

Dalle parole ai fatti: prende corpo l’intervento di riqualificazione del Distretto Socio Sanitario di Piazza Donatori di Sangue. La Giunta comunale nella sua ultima seduta, giovedì sera, ha, infatti, approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica dei lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento normativo redatto dall'Azienda ULSS 2 Marca Trevigiana. L’intervento si rende necessario perché l’immobile, che è di proprietà comunale, da tempo necessita di una riqualificazione complessiva e di essere messo a norma e anche di essere adattato alle mutate esigenze della cittadinanza ed alla mole di servizi sanitari che vengono erogati in quella sede e che vengono tutti confermati.

La spesa prevista è di 740 mila euro e sarà sostenuta in pari quota dal Comune e dall’Ulss, fatta eccezione per la parte della somma preventivata per l’adeguamento antisismico dell’intero immobile, quindi anche della parte che ospita la sala polivalente, risultati necessari a fronte di una perizia svolta da uno studio specializzato, che sarà sostenuta dal Comune, essendone proprietario. Il previsto ampliamento della struttura per trasferire in questa sede anche gli ambulatori specialistici di via Tommasini sarà realizzato con un secondo stralcio. “Si parla da oltre dieci anni di un adeguamento della struttura e nel frattempo le condizioni cui sono soggetti gli utenti sono ancora peggiorate, per cui siamo molto soddisfatti che si sia sbloccato l’iter di questo intervento che sarà avviato nei prossimi mesi e che, al fine di garantire la continuità delle attività socio sanitarie del distretto, sarà realizzato in fasi lavorative distinte. A seguito della definita decisione dell’Ulss di mantenere il Distretto in questa sede senza spostarlo al Gris, abbiamo lavorato di concerto con l’Ulss, con l’obiettivo principale, che è stato pienamente raggiunto, di garantire la permanenza dei servizi in città”, ha commentato il Sindaco Carola Arena.

Nella sede di Piazza Donatori di Sangue rimarranno quindi i servizi oggi presenti, che saranno implementati con gli ambulatori specialistici oggi erogati nella sede di via Tommasini, una volta che sarà completato anche l’intervento di ampliamento col secondo stralcio. Esattamente si tratta dell’Anagrafe sanitaria (variazioni e scelta del medico, del pediatra, rilascio esenzioni e tessera sanitaria), del CUP, Centro unico di prenotazione (visite, esami diagnostici e di laboratorio, prestazioni specialistiche, ritiro referti), delle attività di prelievo, sia con prenotazione sia con accesso diretto e ritiro campioni biologici, delle attività di cure primarie ( residenzialità extraospedaliera e gestione delle domande, colloqui coi familiari, supporto gestione pratiche, valutazioni dei pazienti a domicilio o in struttura, inserimento in graduatoria, etc,, gestione dei farmaci e consegna diretta, somministrazione terapia intramuscolare), delle attività di consultorio (gestione gravidanza a basso e a medio-alto rischio, delle problematiche legate alla sessualità, all’infertilità, alla contraccezione e alla menopausa, preparazione al parto, gestione di percorsi psicologici e sociali legati all’adolescenza, percorsi affettivo relazionali del singolo, della coppia, della famiglia, problematiche genitoriali, sostegno alla genitorialità e mediazione familiare), del servizio per l’attività evolutiva e la neuropsichiatria infantile, con gestione dei percorsi diagnostici-terapeutici patologie quali disturbi dello sviluppo, ritardi globali, disturbi neuromotori e neurosensoriali, problematiche psicopatologiche degli adolescenti, disturbi del linguaggio, della coordinazione motoria, disabilità cognitiva, disturbi dell’apprendimento scolastico, patologie ansioso-depressive media, disturbi comportamentali ed emozionali nell’infanzia e adolescenza, della relazione e della socializzazione.

I lavori consisteranno principalmente in un adeguamento alla normativa antincendio, interventi di miglioramento sismico e alla LR 22/2002, opere di ammodernamento delle finiture edilizie (manutenzione e/o sostituzione di serramenti, posa di nuova pavimentazione, dipinture), modifica di alcune partizioni interne e demolizione della scala a chiocciola esistente. “Al più presto porteremo all’approvazione del Consiglio Comunale un accordo tra il Comune di Mogliano Veneto e l'Azienda ULSS 2 Marca Trevigiana col quale sarà attribuirà all’Ulss la funzione di stazione appaltante per i lavori previsti dal progetto e si convenzionerà anche la ripartizione delle spese. Al termine dell’intervento le condizioni per i cittadini saranno adeguate alle loro necessità e la città avrà mantenuto, com’era nei nostri piani, tutti i servizi socio sanitari che ci sono”, conclude il Sindaco Carola Arena.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento