menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Distretto socio-sanitario: Comune e Ulss 2 cercano l'intesa

In approvazione l’accordo tra Comune e Azienda Ulss 2 per la riqualificazione del distretto socio-sanitario e l’adesione all’O.G.D. “Riviera del Brenta e Terra del Tiepolo”

Dopo l’approvazione in Giunta del progetto dei lavori di riqualificazione, venerdì sera in consiglio comunale si è discusso sull’accordo  tra Comune e Azienda Ulss 2 per il distretto socio-sanitario di Mogliano Veneto.

La spesa complessiva è di 740 mila euro e sarà sostenuta dal Comune e dall’Ulss 2. Tre le tipologie di lavori che riguardano la riqualificazione del Distretto-socio-sanitario: l'adeguamento sismico dell'intera struttura, anche della parte dove si trova la Sala del Centro Sociale, per un importo di circa 230 mila euro; la realizzazione di tutti gli interventi di adeguamento dell'impianto antincendio, della vasca antincendio; la sistemazione, su tutti i e 3 i piani degli spazi con l’adeguamento normativo. Nel distretto riqualificato rimarranno tutti i servizi oggi presenti che saranno implementati con gli ambulatori specialistici oggi erogati nella sede di via Tommasini, una volta che sarà completato anche l’intervento di ampliamento con un successivo stralcio. Esattamente si tratta dell’Anagrafe sanitaria (variazioni e scelta del medico, del pediatra, rilascio esenzioni e tessera sanitaria), del Centro Unico di Prenotazione (visite, esami diagnostici e di laboratorio, prestazioni specialistiche, ritiro referti), delle attività di prelievo, sia con prenotazione sia con accesso diretto e ritiro campioni biologici, delle attività di cure primarie (residenzialità extraospedaliera e gestione delle domande, colloqui con i familiari, supporto gestione pratiche, valutazioni dei pazienti a domicilio o in struttura, inserimento in graduatoria, gestione dei farmaci e consegna diretta, somministrazione terapia intramuscolare), delle attività di consultorio (gestione gravidanza a basso e a medio-alto rischio, delle problematiche legate alla sessualità, all’infertilità, alla contraccezione e alla menopausa, preparazione al parto, gestione di percorsi psicologici e sociali legati all’adolescenza, percorsi affettivo relazionali del singolo, della coppia, della famiglia, problematiche genitoriali, sostegno alla genitorialità e mediazione familiare), del servizio per l’attività evolutiva e la neuropsichiatria infantile, con gestione dei percorsi diagnostici-terapeutici patologie quali disturbi dello sviluppo, ritardi globali, disturbi neuromotori e neurosensoriali, problematiche psicopatologiche degli adolescenti, disturbi del linguaggio, della coordinazione motoria, disabilità cognitiva, disturbi dell’apprendimento scolastico, patologie ansioso-depressive media, disturbi comportamentali ed emozionali nell’infanzia e adolescenza, della relazione e della socializzazione. «Si parla da oltre dieci anni del tema del distretto e della necessità di un adeguamento alle esigenze dell’utenza. Siamo molto soddisfatti. Finalmente, grazie all’accordo raggiunto, diamo la necessaria continuità alle attività socio-sanitarie del Distretto stesso, garantendo la permanenza dei servizi in città» commenta il sindaco, Carola Arena.

Altro punto di rilievo in discussione al consiglio comunale di venerdì, l’adesione all'organismo di gestione della destinazione (O.G.D.)  "Riviera del Brenta e Terra dei Tiepolo". Evidenzia il sindaco: «La Riviera del Brenta e la Terra dei Tiepolo, così come il nostro territorio moglianese, rappresentano  geograficamente un’area di cintura rispetto al polo della città di Venezia.  A Mogliano, solo nel 2017, le presenze alberghiere sono state 205.005, ponendo la nostra città al primo posto nella provincia di Treviso, aspetto questo, che evidenzia la forte influenza della vicinanza con Venezia. E’, quindi, doveroso offrire alle categorie economiche del territorio moglianese le più ampie opportunità di promozione e valorizzazione in rete con un’area dalle simili caratteristiche. L’adesione all’O.G.D. “Riviera del Brenta e Terra dei Tiepolo” rappresenta, dunque, una grande occasione di sviluppo di politiche ed azioni turistiche sulla base di temi ed aspetti affini» conclude Carola Arena.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

Conegliano dà l'addio a "Mamma Africa": morta per Covid a 50 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento