menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le lunghe code per ritirare i guanti (Foto di Nicola Perin tratta da Facebook)

Le lunghe code per ritirare i guanti (Foto di Nicola Perin tratta da Facebook)

Coronavirus, tutti in coda per i guanti monouso distribuiti dal Comune

Venerdì 15 maggio a Pieve di Soligo e frazioni si è svolta la distribuzione dei guanti usa e getta donati dal Comune ai cittadini. Il sindaco Stefano Soldan: «Soddisfatti per l'affluenza»

Dalle ore 10 fino a poco prima delle 13 di venerdì 15 maggio, il Comune di Pieve di Soligo ha consegnato ai residenti del territorio comunale una nuova partita di guanti monouso, distribuiti nelle piazze del paese e delle frazioni.

Il sindaco Stefano Soldan, ai nostri microfoni, ha commentato l'iniziativa con queste parole: «Avevamo richiesto 51mila guanti da mettere a disposizione di cittadini e commercianti in vista delle riaperture del 18 maggio. Purtroppo in paese, ad oggi, ne abbiamo ricevuti solo 31mila di cui solo una parte sono guanti monouso» spiega Soldan. La distribuzione di venerdì mattina è avvenuta in piazza Caduti nei Lager per i residenti di Pieve di Soligo, in piazza Stefanelli per gli abitanti di Barbisano e in piazza Emigranti a Solighetto. Lunghe code ai gazebo della Protezione civile, decine le persone che si sono presentate per ricevere i guanti dai volontari. 

«Stiamo ancora raccogliendo i dati finali sull'affluenza complessiva di oggi ma ho visto di persona lunghe code in tutte le piazze quindi devo dire che l'iniziativa ha riscosso un ottimo successo tra i cittadini - ha continuato Soldan - Organizzare una consegna "porta a porta" non sarebbe stato possibile dal momento che non c'erano abbastanza dispositivi per ogni cittadino. La consegna dei guanti monouso è avvenuta con una singola scatola di guanti in lattice per nucleo familiare alle persone che si sono presentate nelle piazze del Comune. Due giorni fa (mercoledì 13 maggio), era già avvenuta una prima consegna di guanti riservata alle sole attività commerciali del Comune presso piazza Caduti dei Lager. Venerdì l'inziativa è stata ripetuta a favore di tutti i cittadini. In alcuni casi i volontari hanno consegnato anche delle mascherine ad alcuni cittadini che erano rimasti senza. Una proposta che abbiamo voluto organizzare per aiutare chi si era ritrovato senza guanti o aveva fatto molta fatica a reperirli nei giorni scorsi. Certo, bisogna dire - puntualizza Soldan - che i guanti sono dispositivi molto utili ma non indispensabili. In alternativa si può benissimo utilizzare del gel disinfettante. Al termine della distribuzione di oggi ci sono avanzate ancora alcune scatole, in attesa dei 20mila guanti che avevamo ordinato. Se arriveranno a destinazione organizzeremo di sicuro una nuova consegna nelle piazze. Nel frattempo - conclude - i commercianti (dunque solo ed esclusivamente titolari di negozi e attività commerciali pronti a riaprire il 18 maggio) che non sono riusciti a prendere parte alla consegna di mercoledì scorso, potranno scrivere un messaggio sulla pagina Facebook del Comune di Pieve di Soligo per richiedere la loro confezione di guanti in vista della riapertura».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Aggredisce una studentessa in bici: 44enne finisce in carcere

  • Attualità

    Covid, 162 nuovi positivi e altri tre morti nella Marca

  • Attualità

    Vax Day per gli Over 80 nella Marca: «Oltre duemila vaccinati»

  • Attualità

    Monastier, sit-in davanti alla casa occupata: «Fuori gli abusivi»

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento