Martedì, 16 Luglio 2024
Attualità Centro / Put

Torna la domenica ecologica: «Niente auto dentro le Mura»

Il 30 ottobre nuovo stop alle auto in centro storico dalle ore 9 alle 18. Previste deroghe per residenti e domiciliati, cartelli e infografiche indicheranno i parcheggi liberi più vicini al centro

Il 30 ottobre a Treviso torna l'appuntamento con la domenica ecologica, iniziativa sostenuta dalla Regione Veneto nell’ambito delle misure di contenimento delle polveri sottili e della sensibilizzazione all’utilizzo di mezzi alternativi alle auto e ad emissioni zero. Le modifiche alla viabilità riguarderanno la zona dentro Mura, dove sarà interdetta la circolazione alle auto dalle ore 9 alle 18. Per agevolare l’accesso ai visitatori verranno posizionati cartelli e infografiche lungo le principali vie d'accesso alla città.

Parcheggi

Consigliata la sosta nelle seguenti aree: Cittadella delle Istituzioni (1280 stalli, 10 minuti a piedi dal centro storico), via Lanceri di Novara (300 stalli, 5 minuti), Park Pattinodromo, 380 stalli, 2 minuti), Lungo Mura Porta S. Tomaso (100 stalli, 2 minuti), Park Foro Boario (800 stalli, 8 minuti), Park Dal Negro (550 stalli 2 minuti), Cavalcavia stazione (60 stalli, 5 minuti), Metropark Stazione (400 stalli, 5 minuti) , Miani Park (400 stalli, 8 minuti), Condominio Appiani (100 stalli, 10 minuti).

Deroghe

Potranno circolare in deroga i veicoli dei residenti o domiciliati nell'area dentro Mura o diretti in un’autorimessa sita nell'area Dentro Mura; i veicoli a motore elettrico o ibrido (motore termico/elettrico) purché funzionati a motore elettrico; veicoli alimentati a benzina dotati di impianti omologati per il funzionamento anche a Gpl o gas metano, purché in modalità Gpl o Metano; i veicoli al servizio di portatori di handicap muniti di contrassegno; i veicoli per il trasporto di persone sottoposte a terapie indispensabili e indifferibili per la cura di gravi malattie; i veicoli delle persone che prestano assistenza a ricoverati in luoghi di cura o servizi residenziali, per autosufficienti e non, o a persone nel relativo domicilio, limitatamente all'assolvimento delle funzioni di assistenza, muniti di autocertificazione; i veicoli adibiti a compiti di soccorso, compresi quelli dei medici in servizio e dei veterinari in visita domiciliare urgente, muniti di apposito contrassegno rilasciato dal rispettivo ordine; i veicoli di personale sanitario e dei tecnici ospedalieri in servizio di reperibilità. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna la domenica ecologica: «Niente auto dentro le Mura»
TrevisoToday è in caricamento