rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Attualità Vittorio Veneto

Don Forest succede a don Camilotti alla direzione di Caritas Vittorio Veneto

Un passaggio di consegne nel segno della continuità. Don Andrea lascerà l’incarico di Vicario parrocchiale di Colfosco, Crevada, Ponte della Priula e Susegana ma manterrà quello di Delegato vescovile

Un passaggio di consegne nel segno della continuità quello che è avvenuto mercoledì 29 settembre tra don Roberto Camilotti, 72 anni, e don Andrea Forest, 37 anni, al timone della Caritas diocesana di Vittorio Veneto. Nel corso di un incontro sentito e partecipato con i dipendenti e i volontari che ruotano intorno alla sede Caritas di Vittorio Veneto, don Roberto ha formalmente ceduto dopo 9 anni il testimone a don Andrea che, dopo la nomina del vescovo mons. Corrado Pizziolo dello scorso luglio, diventa così direttore della Caritas diocesana e presidente della Fondazione Caritas Vittorio Veneto: ruolo che ricoprirà operativamente a partire dalle prossime settimane.

“Non avevo un programma preciso quando sono arrivato, afferma don Camilotti, che ora assumerà l’incarico di Collaboratore pastorale delle parrocchie di Mareno di Piave e di Soffratta, ho sempre cercato di ascoltare le esigenze di tutti e muovermi seguendo i segni dei tempi. Tempi che ci hanno chiesto e ci chiedono di essere vicini alle persone senza lavoro, senza casa, ai più giovani e ai più fragili, perché Caritas non è solo raccolta e consegna di alimenti e vestiti". “A don Andrea - aggiunge - auguro di vivere questo impegno con gioia e senso di responsabilità, e soprattutto di incontrare nel suo cammino, come è successo a me, tante persone speciali, che sono incarnazione e testimonianza di Cristo”.

Per don Andrea, che lascerà l’incarico di Vicario parrocchiale di Colfosco, Crevada, Ponte della Priula e Susegana ma manterrà quello di Delegato vescovile dell’Ufficio diocesano per la Pastorale Sociale, del lavoro, giustizia, pace e salvaguardia del creato, inizia un nuovo percorso: “Inizio questo compito che il Vescovo ha ritenuto di affidarmi con grande senso di fiducia. Fiducia e gratitudine anzitutto a don Roberto per tutto il lavoro e le energie profuse in questi anni con passione e competenza. Fiducia come ingrediente necessario tra noi, direttore, collaboratori a tempo pieno, volontari, realtà foraniali e parrocchiali e destinatari dei nostri servizi. E, dato che avrò bisogno di imparare molto, mi affido al sostegno di tutti”.

Per i dipendenti, collaboratori e volontari che hanno vissuto questi anni di servizio al fianco di don Roberto quello di ieri è stato solo un arrivederci. Ad un biglietto hanno affidato le loro emozioni: “Quello che lasci lo conosci bene, la Caritas è ormai la tua Patria e così le persone che via via hai conosciuto e che hai nel cuore. Alcune di loro sono qui oggi a testimoniare quanto la relazione con ciascuno, sia stata bella e fruttuosa e che il legame continuerà anche se non sarai con noi ogni giorno. Grazie don Roberto per la strada fatta assieme in questi anni!”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Don Forest succede a don Camilotti alla direzione di Caritas Vittorio Veneto

TrevisoToday è in caricamento