Nuovo Teatro di Montebelluna, una targa per i risparmiatori delle ex popolari venete

L'iniziativa è stata proposta al sindaco dal coordinamento delle associazioni Banche Popolari Venete "Don Enrico Torta" che entrerà a far parte della Fondazione che gestirà la struttura

Il progetto per il nuovo teatro di Montebelluna

Il coordinamento delle associazioni banche popolari venete "Don Enrico Torta" ha inviato in questi giorni una lettera al sindaco di Montebelluna, Marzio Favero, a firma dell’avvocato Arman nella quale si chiedono, in relazione al progetto del teatro cittadino, due azioni: la prima è che venga affissa una targa a ricordo del dramma dei risparmiatori veneti nella nuova struttura; la seconda è la richiesta di adesione alla futura fondazione e ad avere un rappresentante degli ex soci nel Consiglio di amministrazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si tratta di richieste volte a riconoscere il ruolo che gli ex soci di Veneto Banca hanno avuto per la crescita economica e morale della comunità trevigiana e veneta. Il sindaco Marzio Favero dichiara la sua piena disponibilità e spiega: «Accolgo con favore queste due istanze. E’ doveroso che la comunità conservi nella sua memoria quanto è accaduto perché i soci di Veneto Banca e della Banca Popolare di Vicenza hanno garantito per decenni il funzionamento di due istituti che sono stati motori fondamentali della crescita economica del nostro territorio. Inoltre, ricordare quanto è accaduto non solo è doveroso, ma è anche utile per prevenire il riproporsi dei fattori di crisi che hanno portato alla liquidazione coatta dei due istituti. Dobbiamo imparare la lezione. La seconda istanza è altrettanto importante perché è giusto che possa portare il suo contributo in termini di pianificazione delle attività culturali la voce degli ex soci delle due banche che sono stati espressione di quell’identità culturale del nostro territorio che è fondata sul lavoro, sul sacrificio, sul risparmio e anche sulla solidarietà reciproca. In fase di redazione del nuovo statuto, convocheremo anche il presidente del coordinamento "Don Enrico Torta", l’avvocato Arman».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Nuovo Dpcm, Conte ha firmato: ecco che cosa cambia da lunedì

  • Pranzo tra amici si trasforma in un focolaio Covid: trovati quindici positivi

  • Covid, Zaia: «In arrivo nuova ordinanza per limitare gli assembramenti»

  • Focolaio Covid a La Madonnina di Treviso: trovate 9 persone positive

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento