rotate-mobile
Attualità

Cure oncologiche a domicilio: donati all'Ulss 2 un ecografo e due notebook

L'iniziativa è rivolta a quei pazienti non in grado di rivolgersi autonomamente alle strutture sanitarie ambulatoriali o ospedaliere e per le quali è necessario assicurare le cure a domicilio

In questo particolare periodo storico in cui la pandemia Sars-CoV 2 ha messo a dura prova i Sistemi e Servizi Sanitari rivolti ai cittadini, non sono venute meno la collaborazione e la solidarietà tra le Istituzioni. La UOC Cure palliative distretto Treviso Sud ha ricevuto in donazione da CentroMarca Banca Credito Cooperativo di Treviso e Venezia un ecografo palmare a scopo diagnostico bedside e due personal computer portatili che verranno utilizzati dal personale medico e infermieristico.

L'Unità Operativa Cure Palliative ha la finalità di assicurare la presa in carico a persone affette da malattia tumorale o malattia cronica in stadio avanzato e che per questa ragione non sono più in grado di rivolgersi autonomamente alle strutture sanitarie ambulatoriali o ospedaliere e per le quali è necessario assicurare le cure a domicilio. I problemi fisici e psicosociali che affliggono queste persone e i loro familiari richiedono la presa in carico totale da parte di un’equipe capace di integrare competenze cliniche, psicologiche, sociali e del volontariato.

“Come BCC sappiamo bene quanto essenziale sia unire le forze per raggiungere obiettivi comuni perché è insito nel nostro essere realtà cooperativa – ha commentato il Presidente di CMB Tiziano Cenedese – Creare sinergia con le Istituzioni locali è fondamentale per dare risposte efficaci alle esigenze della comunità e contribuire, in questo caso, a sviluppare un nuovo modello di medicina territoriale per agevolare la vita di persone che lottano con coraggio e determinazione contro la malattia”. “A CentroMarca Banca Credito Cooperativo di Treviso e Venezia va il nostro più sentito ringraziamento – ha sottolineato il Direttore Generale di Ulss 2 Marca trevigiana Francesco Benazzi -. Con questa donazione, doppiamente importante perché i destinatari sono persone con fragilità, confermano la loro sensibilità e la vicinanza al territorio”.

Il principale obiettivo delle Cure Palliative è quello di garantire la migliore qualità di vita possibile attraverso il contenimento del dolore e dei sintomi disturbanti, il recupero dell’autonomia residua, dove possibile, o il mantenimento della stessa il più a lungo possibile, il supporto psicologico e spirituale. Le Cure Palliative si occupano anche di persone in trattamento oncologico attivo con terapie antitumorali, che a causa di problemi complessi richiedono la presa in carico da parte dell’equipe domiciliare in stretta integrazione con le Unità Operative di Oncologia. Le Cure Palliative possono essere erogate a domicilio, in Hospice, in Strutture Intermedie o nelle Case di Riposo.  

Il servizio viene fornito nel rispetto dei valori e dei desideri del malato e dei familiari, che ne esprimono il consenso. Ogni Distretto della Azienda Ulss n.2 Marca trevigiana pianifica le cure palliative con propri professionisti dedicati e con professionisti appartenenti alle Cure Primarie. In questa ottica di provvedere a favorire il minor disagio possibile per il paziente, l'ecografo portatile  ed i computer, divengono presidi più che adeguati per l'assistenza sanitaria  domiciliare sia per diagnosi che per monitoraggio.     

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cure oncologiche a domicilio: donati all'Ulss 2 un ecografo e due notebook

TrevisoToday è in caricamento