Solidarietà per la Regione Veneto: l'Avis dona tre frigoriferi per il plasma

La raccolta fondi era finalizzata all’acquisto di attrezzature e materiale necessari per l’emergenza e il rinforzo delle attività, con particolare attenzione ai Centri trasfusionali

Alcune sacche di plasma

Tre frigoriferi per lo stoccaggio del plasma sono stati acquistati dalla Regione Veneto grazie alla raccolta fondi organizzata dalle Avis provinciali del Veneto e Abvs Belluno, assieme ad Avis regionale, per sostenere le strutture sanitarie in questo difficile momento di emergenza Covid-19. La raccolta era finalizzata all’acquisto di materiale e/o attrezzature necessari per l’emergenza e il rinforzo delle attività, con particolare attenzione ai Centri trasfusionali che giornalmente accolgono i donatori, sostengono i pazienti in cura che hanno bisogno di trasfusioni e intervengono nelle emergenze.

«Con questa iniziativa – ha detto il Presidente della Regione Luca Zaia – Avis si distingue ancora una volta come vera e propria realtà d'eccellenza del Veneto. Gli strumenti legati al plasma sono oggi uno straordinario aiuto per combattere il Covid-19 e curare i malati più gravi, sui quali il plasma donato dai guariti sta avendo effetti molto positivi. Ringrazio il Presidente Brunello e lo prego di estendere ai suoi associati la gratitudine della sanità veneta».

«La nostra sanità sta facendo da mesi uno sforzo enorme nella lotta al Covid 19 – sottolinea il Presidente di Avis regionale, Giorgio Brunello – e anche i donatori e le loro Avis hanno voluto e vogliono sostenerla. Da sempre siamo convinti dell’importanza del lavoro di squadra, Avis c’è e ci sarà per sostenere le donazioni e le iniziative per il bene della collettività». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Cocaina e marijuana in casa, brigadiere dei carabinieri in manette

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Covid, Zaia: «I dati in Veneto sono buoni, non meritiamo la zona arancione»

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Se n'é andata Paola Maiorana, voce storica delle radio private trevigiane

Torna su
TrevisoToday è in caricamento