rotate-mobile
Attualità Sant'Ambrogio di Fiera / Via Alzaia

A Treviso arriva “Doppiotempo 2022”, l’agenda per la parità di genere

Si tratta di una iniziativa sociale voluta dal Comune di Treviso per divulgare la cultura paritaria

Treviso è la prima città d’Italia per qualità della vita delle donne e parità di genere. Un risultato, quello riconosciuto pochi giorni fa da “Il Sole 24 Ore” che trova riscontro nell’agenda “DoppioTempo 2022”, dedicata alla parità di genere, la prima mai realizzata nel panorama nazionale e giunta alla seconda edizione dopo il grande successo del 2020. DoppioTempo è una rivisitazione dei tradizionali planner e un nuovo strumento per ripercorrere la storia della parità di genere e rendere il giusto tributo alle donne protagoniste del cambiamento e portatrici di valori autentici su cui si fonda una società più equa e inclusiva.

L’agenda pubblicata dal Comune di Treviso con la collaborazione della Commissione comunale per le Pari Opportunità e dello Spazio Donna si avvale del sostegno di Coldiretti Impresa Donna e di Cisl Belluno Treviso, del patrocinio di Terziario Donna- Confcommercio e del supporto di alcune aziende locali e del blog lefaremosapere.com. Il progetto porta la firma di Silvia Milani, giornalista, di Studio Radici e per la direzione artistica e di Caterina Sala, giovane illustratrice già attiva e collaboratrice del Treviso Comic Book Festival. Nelle 90 pagine che consentono di organizzare agevolmente la propria lista di cose da fare, l’agenda propone 12 brevi storie di donne del trevigiano (una al mese) che, nella loro straordinaria normalità, lasciano messaggi di speranza, di cambiamento e di rigenerazione, accompagnate da altrettante illustrazioni, di tipo concettuale e contemporaneo, seguite da alcune pagine con l’indicazione dei servizi pubblici utili per le donne. La prima edizione, nata in pieno lockdown, ha registrato il tutto esaurito ed è stata adottata da varie scuole superiori come strumento di educazione alla cittadinanza attiva.

«L’Agenda DoppioTempo è una bellissima iniziativa che conferma la grande attenzione e la sensibilità delle istituzioni e delle realtà del territorio verso la parità di genere», le parole del sindaco di Treviso Mario Conte. «La scelta di raccontare storie, di portare contributi importanti che riguardano la quotidianità e le emozioni è un bel modo per sensibilizzare e portare a conoscenza della collettività tematiche importanti, trattate peraltro con grande delicatezza. Ringrazio l’autrice Silvia Milani, l’illustratrice Sala, l’assessore Tessarolo e la Commissione Pari Opportunità per aver lavorato in sinergia per dare seguito ad un progetto che già nel 2020 aveva riscosso un grande successo». «A nome di tutta la Commissione Comunale Pari Opportunità ringrazio Silvia Milani che con la sua competenza e sensibilità, ha creato un utile strumento di riflessione sulla realtà femminile nel nostro Paese», dichiara Valeria Zagolin, Presidente della Commissione Pari Opportunità del Comune di Treviso. «Questa agenda unisce la contemporaneità dei racconti, veramente toccanti e significativi, alla segnalazione delle date delle leggi e degli eventi che hanno segnato il percorso di cambiamento delle donne e della società».

«Il titolo nasce dalla tradizione rugbistica del “terzo tempo” post partita», spiega Silvia Milani, che ha curato il progetto. «Ho pensato che potesse tradurre bene la doppia, tripla, dimensione della conciliazione vita - lavoro che caratterizza il (poco) tempo delle donne, e sta a sottolineare il carico mentale cui sono sottoposte. Ho scelto di raccontare la forza e l’energia delle donne attraverso storie assolutamente normali del nostro territorio. Storie di donne invisibili che nessuno riconosce ma che faticano tanto, che non trovano i grandi onori, non passano dai premi, ma che hanno in sé uno straordinario potenziale perché dimostrano tutta la capacità di resistenza delle donne nell’affrontare difficoltà, carichi e cambiamenti. La cronologia storica e sociologica dell’agenda è un omaggio alle donne venete e trevigiane in particolare, che hanno contribuito all’evoluzione femminile e al contrasto delle discriminazioni e ricorda che la strada da fare è ancora lunga. Nessun diritto può essere dato per scontato. La cultura paritaria va coltivata e diffusa ed ho pensato di farlo con l’unico strumento che ho a disposizione: la scrittura».

«Siamo orgogliosi di essere parte di questo progetto fin dalla sua nascita», spiegano da Studio Radici. «Come agenzia di comunicazione siamo molto sensibili alle iniziative legate al mondo femminile e in particolare alle politiche di genere, per questo mettiamo sempre in campo le nostre competenze per promuovere un cambio culturale e per sostenere la parità anche nello sviluppo delle campagne di comunicazione per i nostri clienti. “DoppioTempo” per noi è stata una rinnovata occasione di offrire professionalità e sensibilità al servizio di una causa che riguarda l’intera società, dunque non solo le Istituzioni e i cittadini ma anche le aziende e i servizi. Ci auguriamo di poter contribuire a piantare un piccolo seme capace di trasformarsi in coraggio, resilienza, audacia, inventiva, cambiamento e passione per la vita in chi sarà accompagnato da questi dodici racconti nel corso del 2022».

«Sono molto felice e grata di essere stata coinvolta in questo progetto da Studio Radici», aggiunge l’autrice delle illustrazioni Caterina Sala. «Per me è stato davvero importante perché mi ha dato modo di conoscere delle donne, delle sorelle, con delle storie complicate alle spalle o ancora di fronte, ma che hanno sempre trovato dentro di loro e nelle persone care la forza di rialzarsi e di andare avanti, anche reinventandosi. Nel mio percorso di illustratrice ho sempre avuto a cuore la figura della donna, una figura che nonostante tutte le difficoltà e le discriminazioni di genere che ancora oggi sta affrontando, dimostra una potenza, un’energia e un entusiasmo invidiabili». L’agenda “DoppioTempo 2022” è in distribuzione, con offerta libera e responsabile, allo Spazio Donna di via Alzaia. Il ricavato andrà a sostenere la Comunità giovanile Onlus di Conegliano, che sostiene giovani che hanno intrapreso il percorso di uscita dall’abuso di sostanze e alcol. Il progetto è consultabile in www.doppiotempo.it.

DOPPIOTEMPO1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Treviso arriva “Doppiotempo 2022”, l’agenda per la parità di genere

TrevisoToday è in caricamento