Sabato, 18 Settembre 2021
Attualità Santa Maria del Rovere

Edera film festival 2021

Ritorna in sala, per la sua terza edizione, l'Edera Film Festival, festival internazionale di cinema under 35 dedicato ai talenti emergenti e alle narrazioni capaci di penetrare le contraddizioni del mondo contemporaneo e di sperimentare forme di linguaggio originali e innovative.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

EDERA FILM FESTIVAL TERZA EDIZIONE 28-31 luglio 2021 Cinema Edera, Treviso. L’atteso e desiderato ritorno in sala nel segno del talento e della creatività under 35, fra racconto della realtà e sperimentazione narrativa e visuale Dopo un lungo periodo di incertezze e sospensioni, l’Edera Film Festival torna a Treviso dal 28 al 31 luglio 2021, lanciando un importante segnale di resilienza e di ripartenza proprio da uno dei luoghi simbolo delle limitazioni e delle chiusure che, a causa della pandemia globale, hanno travolto la nostra quotidianità nell’ultimo anno e mezzo: la sala cinematografica. Fin dalla prima edizione la sala è stata cuore pulsante e tratto identitario del festival. Nell’intento di tutelare e valorizzare questa centralità, lo scorso anno il format tradizionale non è stato sostituito da una versione digitale dell’evento, catalizzando le energie verso l’edizione 2021, per tornare a creare ed offrire attraverso il festival un’occasione di ritrovato incontro e confronto fra giovani registi internazionali, professionisti dell’arte, della cultura e dello spettacolo e, soprattutto, il pubblico, che potrà quest’estate riappropriarsi – in sicurezza e nel rispetto delle vigenti disposizioni anti-Covid – di un’esperienza festivaliera immersiva, in presenza e in dialogo aperto con il talento e la creatività under 35. Provenienti da Belgio, Francia, Germania, Italia, Macedonia del Nord, Regno Unito e Russia, saranno 30 i film presentati in concorso: 6 lungometraggi, 8 documentari e 16 cortometraggi. Fra i giovani autori italiani selezionati, il ritorno di Nathalie Biancheri, in concorso nel 2018 con “Gibberish” e quest’anno con il suo primo lungometraggio di finzione “Nocturnal”, e di Francesco D’Ascenzo, in concorso nel 2018 con “Allafinfinfirifinfinfine” e ora con “Qualcosa rimane”, un omaggio a tratti inaspettato alla celebre danzatrice italiana Carla Fracci, recentemente scomparsa e ritratta in questo documentario in una riflessione a più voci d’autore sullo scorrere inesorabile del tempo e sul senso della vita. In competizione anche alcuni registi veneti, fra cui Alessandro Padovani con “Movida”, Alessandra Gonnella con “A Cup Of Coffee With Marylin” e Alessia Bottone con “La Napoli di mio padre”, accanto ad altri talenti emergenti provenienti da tutta Italia, come Emanuele Pisano con “L’oro di famiglia”, in nomination per la 66^ edizione del David di Donatello (elenco completo dei film selezionati al link https://www.ederafilmfestival.it/concorso-2021). Fuori concorso, la proiezione di “Hunters – Global Pandemic” di Giulio Danieli, vincitore nel 2019 del Contest #EderaTrail, “I passi per la vita” di Simone Pazienza, opera di forte valenza sociale presentata in anteprima alla 76^ Mostra del cinema di Venezia e dedicata al prezioso lavoro degli operatori del comparto sanitario, e la co-produzione internazionale coordinata da Offi-cine Veneto “Tre Visi” di Stefano Pesce, cortometraggio che offre al pubblico un originale ritratto di Treviso attraverso la storia di tre donne e di tre generazioni.

Le giurie, formate da professionisti dell’industria cinematografica e da esponenti della rete dei festival cinematografici, artistici e culturali del territorio, assegneranno un Premio al Miglior Film per ciascuna delle tre categorie in cui è articolato il festival: Cortometraggi, Documentari, Lungometraggi. Novità di questa edizione saranno i tre Premi Speciali istituiti d’intesa con tre importanti realtà del panorama culturale ed imprenditoriale veneto, trasversali alle tre sezioni previste dal concorso: il Premio Fondazione Benetton Studi Ricerche, destinato alla miglior opera dedicata al paesaggio in competizione, il Premio Rotary Club Treviso Terraglio, dedicato alla valorizzazione della tematica sociale, e il Premio AIDDA, assegnato dall’Associazione Imprenditrici e Donne Dirigenti d'Azienda – Delegazione Veneto alla miglior regista donna. In continuità con le precedenti edizioni, l’Edera Film Festival si pone l’obiettivo di valorizzare i talenti emergenti e le narrazioni capaci di penetrare le contraddizioni del mondo contemporaneo e di sperimentare forme di linguaggio originali e innovative.

Promosso dall’Associazione Culturale Orizzonti, in collaborazione la storica sala d’essai Cinema Edera, e con il patrocinio della Regione Veneto e del Comune di Treviso, il festival si avvale della direzione artistica della regista Gloria Aura Bortolini, dell’esercente del Cinema Edera Sandro Fantoni e dello storico del cinema Giuseppe Borrone. Per maggiori informazioni sull’evento e sulle modalità di iscrizione è possibile contattare il festival all’indirizzo info@ederafilmfestival.it, visitare il sito ufficiale www.ederafilmfestival.it e seguire tutti gli aggiornamenti attraverso i canali social del festival (Facebook, Instagram, Twitter).

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Edera film festival 2021

TrevisoToday è in caricamento