Crisi respiratoria fatale: Edi Chech perde la vita a 68 anni

Cordignano in lutto: Edi era conosciutissima per il suo impegno nel volontariato e nel sociale. Presidente dell'Oasi Federico, aveva fatto l'ultima donazione due giorni prima di morire

Edi Chech in una foto d'archivio

Martedì sera, 28 aprile, è mancata all'affetto dei suoi cari Edi Chech, presidente dell'associazione "Oasi Federico", anima del volontariato locale e dei servizi sociali di Cordignano. Aveva 68 anni e la sua scomparsa ha colto di sorpresa un intero paese.

Come riportato da "Qdpnews" infatti, è stata un'improvvisa crisi respiratoria a costarle la vita. Quando i soccorsi sono intervenuti per Edi non c'era ormai più nulla da fare. Affetta, fin da giovane, da una grave distrofia muscolare che l'aveva costretta in sedia a rotelle, Edi non si era mai persa d'animo diventando una delle figure di riferimento del volontariato locale. Presidente dell'associazione Oasi Federico onlus di Cordignano, poche ore prima di morire era riuscita a fare una donazione di ben duemila euro al Comune di Cordignano per sostenere le famiglie in difficoltà nell'emergenza Coronavirus. Il sindaco Alessandro Biz ha voluto ricordarla su Facebook con queste parole: «Edi era una donna che ha saputo dimostrare come la grinta e la volontà siano qualità che non possono essere fermate neppure dalla malattia». Sposata con Claudio, anche lui disabile e in carrozzina, era riuscito a rivederlo poche ore prima del decesso visto che il marito era stato dimesso dall'ospedale dopo un periodo di degenza. Donna forte, piena di carattere e sempre pronta a mostrare la sua grande generosità, Edi Chech lascia un ricordo profondo in tutte le persone che l'avevano conosciuta. Oltre al marito Claudio ai fratelli Elsa, Beppino e Valerio e ai suoi nipoti, tutta Cordignano oggi le ha voluto dare un ultimo commosso saluto.

Qui sotto il post di ringraziamenti del sindaco Biz per la donazione fatta dall'associazione presieduta da Edi poche ore prima di morire
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve e vento forte, scatta l'allerta meteo in Veneto

  • Natale e Capodanno: trovato il modo per festeggiare

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

  • Festa nel locale con 120 persone: blitz di polizia, polizia locale e carabinieri

Torna su
TrevisoToday è in caricamento