Martedì, 27 Luglio 2021
Attualità Santa Maria del Sile / Via Alessandro e Luigino Tandura, 40

Parco del Sile, Pizzolon replica alle polemiche sui fondi: «Serve collaborazione»

Il presidente dell'Ente Parco torna a parlare della richiesta avanzata ai Comuni: «Parlare di risorse è sempre difficile. Ho espresso una richiesta di aiuto, chiedendo lungimiranza»

Il nuovo consiglio direttivo dell'Ente Parco del fiume Sile

«Le uniche cose che voglio alimentare in qualità di presidente dell'Ente Parco del Sile sono la collaborazione e la condivisione. Questo è il nostro grande obiettivo: mettere insieme le forze per raggiungere i risultati insieme. E sono certo che potremo anche essere ambiziosi proprio grazie alla sinergia con la Regione Veneto che ci accompagnerà in questo percorso facendo il possibile perché sia ricco di opportunità per il territorio di riferimento». Arturo Pizzolon, presidente dell'Ente Parco Naturale Regionale del fiume Sile, replica con queste parole alle polemiche nate dalla richiesta di fondi avanzata dall'ente ai Comuni della Marca

«Parlare di risorse è sempre difficile - ammette Pizzolon - ci sono ma sono sempre poche per tutti. Per partire però ci vogliono prima di tutto le idee, la condivisione, la collaborazione e, infine, la lungimiranza sui progetti che possono ricevere finanziamenti. Ho espresso una richiesta di aiuto e di collaborazione ai comuni e alla Regione, dando pieno significato positivo alle parole che, come sempre, possono essere interpretate a seconda del vissuto di ognuno o dell’attualità del momento ma il senso era questo. I comuni? Sono realtà che conosciamo bene visto che il parco ne coinvolge ben 11, pertanto sappiamo le condizioni e le difficoltà in cui già operano, anche quelle economiche. Tant’è che i comuni hanno già dimostrato in modo fattivo quanto hanno a cuore il loro parco e sicuramente lo faranno con un contributo costante di idee e progettualità. Penso, e mi pare corretto ribadirlo, che l'ente regionale potrà avere una marcia in più se tutte le componenti della comunità opereranno in stretta e armoniosa collaborazione. Ho espresso questo nella presentazione della prima riunione ufficiale della nostra comunità. Una riunione in cui si è parlato di futuro e di strategie guardando al futuro e alle progettualità. Abbiamo chiesto di conoscere le idee e le priorità perché solo così possono nascere nuovi progetti. Capite bene che l’approccio è ben diverso - conclude il presidente - Conosco i sindaci e, in questo senso, non ho nascosto il mio pensiero sul fatto che costituiscano una bellissima squadra che potrà dare molto all’area su cui siamo chiamati ad esprimere il nostro impegno, tanto in chiave di controlli e di tutela, tanto sul versante della valorizzazione ambientale».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco del Sile, Pizzolon replica alle polemiche sui fondi: «Serve collaborazione»

TrevisoToday è in caricamento