Stefanel, sospesi gli esuberi: 24 lavoratori salvi fino a luglio

Il commissario Raffaele Coppiello ha deciso di sospendere il piano che prevedeva di lasciare a casa, da febbraio, 24 dipendenti sui 58 rimasti in cassa integrazione. Serve personale

Lo stabilimento di Ponte di Piave (Foto d'archivio)

Sospiro di sollievo per i dipendenti della trevigiana Stefanel. L'amministrazione straordinaria aveva previsto un piano di esuberi che sarebbe entrato in funzione da febbraio 2020 lasciando senza lavoro 24 lavoratori sui 58 rimasti.

Come riportato da "Il Gazzettino di Treviso" però, una serie di commesse legate al controllo della contabilità aziendale hanno spinto il commissario Raffaele Coppiello a rinviare gli esuberi da febbraio a luglio, posticipando di fatto la fine dei contratti con i dipendenti. Va detto che i 24 lavoratori a rischio avevano chiesto di loro spontanea volontà, nei mesi scorsi, di lasciare per sempre l'azienda. L'autorizzazione ad andarsene doveva arrivare a febbraio, ora è stata prolungata fino alla prossima estate. Tra questi 24 lavoratori solo una quindicina continuerà a lavorare fisicamente per l'azienda, gli altri beneficeranno da casa della cassa integrazione ordinaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da oltre 24 ore non si hanno più notizie di Giorgia: mobilitati i social per ritrovarla

  • Scomparsa da tre giorni: Giorgia ritrovata a Napoli nella notte

  • Tumore incurabile, il sorriso di Roberta si spegne a soli 54 anni

  • Asolo, stop alla sperimentazione del 5G e diffida a Iliad

  • Tamponamento tra quattro mezzi in A27, autostrada in tilt

  • Epatite fulminante, il sorriso di Ennio Vendramini si spegne a 53 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento