menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ferragosto, Sernaglia blinda il Piave: «Controlli a tappeto»

Due nuove telecamere per il fine settimana del 15 agosto nel Comune gestito dal sindaco Villanova. Oltre 70 le multe per divieto di sosta e altre violazioni al codice della strada

Con una nota stampa ufficiale, il Comune di Sernaglia della Battaglia ha annunciato che vigilerà con attenzione, e con l'aiuto di due nuove telecamere di videosorveglianza, per fare in modo che il weekend di Ferragosto si svolga nel rispetto delle regole anche (e soprattutto) nei luoghi pubblici scelti da molti per trascorrere qualche ora di relax lungo il fiume Piave, in particolare in località Falzè.

Anche alla luce di quanto accaduto nei giorni scorsi in altri Comuni rivieraschi, il sindaco e la sua amministrazione stanno predisponendo maggiori controlli del territorio da parte della Polizia locale, in particolare in questo fine settimana di Ferragosto nel quale si attende una forte affluenza di persone al fiume. Una settantina di sanzioni per divieto di sosta e altre violazioni al Codice della strada sono già state elevate nelle ultime settimane nell'area del Piave a Falzè dai vigili urbani, ultimamente impegnati in frequenti servizi domenicali «perché riteniamo fondamentale - precisa il sindaco Villanova - rispettare il diritto alla quiete e al decoro dei residenti lungo il fiume e valorizzare e salvaguardare l'area, in particolare a Falzè di Piave che è luogo prezioso per la nostra comunità e meta di molti turisti i quali sono sempre i benvenuti a patto che rispettino le regole, peraltro indicate da una cartellonistica molto chiara, per il decoro e la tutela di un'area così delicata. Per raggiungere questi obiettivi - fa sapere il primo cittadino - ci saranno d'aiuto le due nuove telecamere comunali di videosorveglianza che sono state installate quest'estate in zona Passo Barca e che monitorano senza sosta l'anfiteatro all'aperto, la zona dei barbecue, i servizi igienici, i contenitori dei rifiuti e l'accesso stradale all'area. L'invito che rivolgo a tutti – conclude il sindaco – è di vivere questi giorni di riposo in serenità e nel rispetto dell'ambiente e delle altre persone, osservando rigorosamente oltre alle regole del codice della strada e del vivere civile anche le norme per contenere la diffusione del Coronavirus».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento