Ben 1500 piccoli Leonardo da Vinci in festa per i centri estivi della cooperativa CSA

Sono stati organizzati laboratori di musica, teatro e pittura, percorsi motivazionali, scientifici, astronomici e persino archeologici, tutti ispirati all’enigmatico genio toscano

Si sono conclusi venerdì con un grande risultato i centri estivi promossi e realizzati da Centro Servizi Associati Cooperativa Sociale Onlus e rivolti ai ragazzi dai 4 ai 14 anni, che hanno coinvolto oltre 1500 bambini dell’area della Sinistra Piave: una partecipazione entusiasta e in costante crescita che nell’edizione 2019 ha visto un incremento di circa 200 presenze, il 15% in più rispetto allo scorso anno. E aumentano anche i comuni coinvolti: a Conegliano, Cordignano, Fregona, Susegana, Gorgo al Monticano e Revine Lago, si sono infatti aggiunti Susegana e Fontanelle.

Curioso e originale il tema scelto: Leonardo da Vinci. Il cinquecentenario della morte del genio rinascimentale toscano ha infatti offerto l’opportunità ai ragazzi di conoscere e celebrare una delle figure più affascinanti della nostra storia. La cooperativa ha proposto una formula che unisce conoscenza e divertimento, accompagnando i bambini in percorsi motivazionali che mettono al centro il genio senza tempo, da ammirare e da amare proprio per il coraggio delle sue sfide e delle sue intuizioni, che in epoca moderna trovano ancora applicazione. Ripercorrere alcuni aspetti della sua vita ha permesso ai più giovani di riscoprire un personaggio curioso, figura enigmatica e affascinante, che ha conquistato la loro simpatia per le stranezze e la creatività con cui si distinse; la sua insaziabile curiosità nell’osservare e interpretare la realtà è stata l’occasione per trasmettere un messaggio positivo e stimolante ai bambini.

Tante le sperimentazioni che hanno preso vita nelle proposte laboratoriali, create dai ragazzi stessi: dalla musica al teatro per ripercorrere la vita di corte, dalla pittura all’aria aperta con un approccio ora scientifico ora intimistico ed emozionale, alle sperimentazioni scientifiche e di tinkering per stimolare la meraviglia anche nei più piccini, dall’astronomia all’archeologia. I centri estivi si sono chiusi con vivaci feste finali che hanno rappresentano le mille sfaccettature dei percorsi: tanti piccoli Leonardo hanno presentato ai genitori gli esperimenti appresi, impersonato simpatiche e fantasiose Dame con l’Ermellino, ricreato l’atmosfera rinascimentale suonando l’arpa e proposto spiritose scenette arricchite da motti e battute nel toscano di un tempo.

Il messaggio è che essere curiosi, osservare, sperimentare, sognare e provare a raggiungere degli obiettivi che oggi sembrano irrealizzabili è fondamentale: non sempre si arriva con facilità alla meta, ma l’importante è provarci – dichiara Giovanni Milanese, presidente di Centro Servizi Associati Cooperativa Sociale Onlussiamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti per numeri e partecipazione; il tema di Leonardo, poi, è stato accolto con un molto entusiasmo dai bambini di tutti i centri estivi, i quali, intorno a questa figura, hanno creato mille idee, temi, rappresentazioni teatrali, canti, invenzioni, giochi! Sembrava quasi che Leonardo vivesse ancora oggi ... in loro”.  Il progetto si chiude qui per quanto riguarda il Veneto, ma resta attivo con il Summer camp che prenderà avvio il 1° settembre nella casa vacanze che la cooperativa gestisce a Lignano Sabbiadoro, Udine (per informazioni e iscrizioni: www.csaconegliano.it). 

SERATA CSA-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

  • Torna la neve a bassa quota: stato di attenzione nella Marca

  • Tumore incurabile, papà Fabio muore in pochi mesi a 51 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento