menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al Pio X la festa degli ex allievi: avviata la collaborazione con i Trevisani nel Mondo

Giornata di festa per gli ex allievi del Collegio Pio X che hanno festeggiato l'ottantesimo anniversario dell’Associazione trevigiana. Presente anche monsignor Cusinato

TREVISO Festa annuale degli ex-allievi del Collegio Pio X questa mattina e celebrazione dell’80° di fondazione dell’associazione costituita nel 1938 come regalo al rettore di allora mons. Meneghetti per il suo venticinquesimo di sacerdozio.

Dopo la messa celebrata da monsignor Cusinato, padre spirituale degli ‘Ex’, si sono svolti i lavori previsti nell’ordine del giorno. La presidente Gaia Gottardo ha rivolto un saluto ai presenti e invitato il rettore monsignor Lucio Bonomo a prendere la parola. E' stato lui a fornire alla platea i tratti principali del Collegio oggi con 1200 alunni e in aumento in base alle iscrizioni per il nuovo anno. “Un fatto straordinario sono i quaranta inserimenti durante l’anno scolastico di studenti da altri istituti”, ha detto Bonomo che ha poi ringraziato gli ex allievi imprenditori e altri benefattori per aver costituito già dieci borse di studio ‘pesanti’ a favore di studenti. Ha poi dato notizia che tra i benefattori per le borse di studio c’è ora anche la Fondazione dei fratelli Cusinato (tra questi mons. Lino) che sosterrà oltre al Pio X, anche il Seminario e la Caritas. 

La storia degli ottant'anni dell’associazione Ex-Allievi è stata poi tratteggiata proprio da monsignor Lino Cusinato che per trentadue anni è stato docente di filosofia al Pio X e che ha celebrato oggi i 60 anni di sacerdozio, ricevuto proprio nella cappella del Pio X nel 1958. Altro relatore don Canuto Toso, fondatore dell’associazione Trevisani nel mondo, intervenuto per lanciare una collaborazione parallela. Sia nella Trevisani che in quella degli Ex è infatti difficile riuscire a coinvolgere i giovani all'associazione, ma unendo le forze, con la collaborazione anche dell’Ufficio Pastorale della Diocesi, sarà possibile, egli ritiene, avviare almeno un primo censimento dei giovani partiti dall'Italia. Ha chiuso i lavori la presidente Gaia Gottardo, ricordando che il suo mandato e del Consiglio direttivo scade tra un anno. L’anno prossimo, quindi si svolgeranno le elezioni del rinnovo, mentre la mattinata si è conclusa con il tradizionale buffet nel refettorio del Pio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento