menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La festa della famiglia chiude in bellezza il weekend della casa di riposo “Umberto I”

Fine settimana ricco di iniziative quello appena trascorso alla casa di riposo Umberto I di Montebelluna. Oltre alla festa della famiglia, sabato si è tenuta anche quella del volontariato

MONTEBELLUNA Domenica 30 settembre si è celebrata l’annuale “Festa della famiglia”, quest’anno con il tema “Parole, ricordi ed emozioni senza tempo” legata alla ricorrenza del Centenario degli avvenimenti bellici, a valorizzare la memoria dei propri residenti.

Spiega il presidente della struttura, Giovanni Gasparetto: “Abbiamo voluto trasmettere il senso di comunità allargata, di comunità pensante e riflessiva che, attraverso parole e ricordi sull'evento bellico della prima guerra riesca ad interrogarsi sul valore della vita, sul coraggio, sull'importanza della famiglia”. Il clou dell’evento è stata e la rappresentazione del celebre gruppo culturale gli “Sgrafalopa i cantastorie del Montello” che si è esibito in recite, canti e filmati molto apprezzati e fortemente legati alla tradizione del montebellunese. Come ogni anno la partecipazione di famigliari, residenti e volontari è stata molto numerosa, circa 350 persone. A fianco del Prevosto don Antonio Genovese, in rappresentanza del Comune di Montebelluna erano presenti il vicesindacom dr. Elzo Severin, e l’assessore al socialem dr. Antonio Romeo, a conferma dello stretto legame che unisce la Casa di riposo e il Comune.

Sabato 29 settembre mattina, inoltre, si è tenuta la prima “Festa del volontariato” in Casa di riposo, organizzata dall’Associazione “Amici della casa di riposo di Montebelluna”. Sono stati premiati i volontari delle diverse Associazioni che prestano la loro attività sul territorio: Rotary Club Montebelluna, Lyons Club Montebelluna, Associazione Volontari Ospedalieri Montebelluna, Circolo ricreativo culturale Auser, Associazione Alzheimer di Riese, l’Associazione il Pozzo di Posmon. Grande risalto ha avuto la donazione di ben ottomila euro che il Rotary Club di Montebelluna (presidente Gino Zanella) ha consegnato alla Casa di riposo per agevolare l’acquisto di un pulmino attrezzato per le esigenze di spostamento e mobilità degli ospiti della struttura di Montebelluna. Il Presidente della Casa di riposo conclude: “Gli ospiti e l’amministrazione ringraziano sentitamente il Rotary per questo gesto di grande generosità destinato a chi ha più bisogno. Come per i numerosi servizi resi in passato alla Casa di riposo, anche in questo frangente il Rotary di Montebelluna dimostra la propria vocazione di Associazione attenta alle esigenze di chi ha più bisogno all'interno del contesto sociale della nostra comunità”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

Conegliano dà l'addio a "Mamma Africa": morta per Covid a 50 anni

Attualità

Covid, è morto Mario Guizzon: cognato di Tina Anselmi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento