Festa dei marroni di Combai 2019: «Superate le 50mila presenze»

La 75^ edizione della rassegna va in archivio. Bilancio positivo, entusiasti gli organizzatori

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

«Un’edizione straordinaria ed emozionante». È questo il commento, a riflettori spenti, della presidente della Pro Loco di Combai, Maria Vittoria Moro, che, nel tracciare il bilancio della 75^ Festa dei Marroni Igp, non lesina ringraziamenti nei confronti dei volontari che per tre settimane hanno lavorato senza sosta e senza risparmiarsi, con l’unico scopo di fare dell’evento un’esperienza unica: «Tutto è andato nel migliore dei modi – prosegue Moro - A livello organizzativo, la macchina è rodata, ma ciò presuppone un elevato impegno e un alto tasso di concentrazione da parte di tutti. L’obiettivo è sempre uno: accogliere, intrattenere, far divertire e, non ultimo, far conoscere meglio il nostro territorio». Combai accoglie ogni anno, all’interno della sua manifestazione più antica e più importante, all’incirca 50mila visitatori. Una cifra che nell’edizione appena conclusa è stata ampiamente superata. 

«Le persone arrivate in paese – aggiunge la presidente – sono state più numerose del solito, complice il bel tempo e le temperature clementi, quasi primaverili. Tante famiglie con bambini al seguito, ai quali offriamo varie possibilità di svago e intrattenimento, con laboratori sempre diversi e istruttivi. Particolarmente curata è poi la nostra cucina, ricca di specialità a base di marroni. Credo che ne siano stati venduti più di cento quintali». Azzeccata si è rivelata pure la scelta di chiudere al transito automobilistico il centro del paese, mettendo a disposizione dei pulmini. Nessun pericolo per chi passeggiava, nessun rumore molesto, niente gas di scarico. Numeri da record per le attività sportive, in particolare per la Marronando, che ha visto al via ben 1200 atleti. Alto gradimento per la Fantastica via e per le passeggiate lungo il Sentiero di Comby. Forti e mozioni hanno suscitato inoltre gli Spettacoli del Mistero, andati in scena la serata del 31 ottobre fra i borghi e nei cortili di Combai, dove sono stati sapientemente intrecciati canti, racconti, musica e vin brûlé: «Una notte straordinariamente emozionante che ha sorpreso e divertito il folto gruppo di visitatori giunti da tutta la regione, ma non solo. Il merito dello strepitoso successo di questa edizione – conclude Maria Vittoria moro - va condiviso con i residenti che sanno abbellire ogni angolo, ogni balcone e ogni soglia con fiori e installazioni fantasiose e creative. Insomma lo sforzo è corale. Collettivo deve essere il compiacimento». Nota a parte merita l’iniziativa del Torchio Solidale, che ha consegnato alla scuola primaria di Miane il denaro ricavato dalla vendita delle bottiglie di vino prodotte lo scorso anno, con il quale è stata acquistata una lavagna multimediale. L’impegno per il prossimo anno? Ideare cose nuove, degne di un territorio singolare e sbalorditivo e di una popolazione generosa ed accogliente per natura.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento