rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Attualità Castelfranco Veneto

Festa del radicchio, a Castelfranco la manifestazione dedicata al “fiore che si mangia”

La Festa nasce con lo spirito di ritrovare l’identità storica, culturale e gastronomica di un processo che si rinnova ogni anno di nuove azioni ed iniziative

Si svolgerà l’11 e il 12 dicembre a Castelfranco Veneto l’oramai tradizionale Festa del radicchio - radicchio di Castelfranco Veneto IGP.  Due giorni dove cultura e gastronomia si incontrano per celebrare il “fiore che si mangia”, una manifestazione organizzata dal Comune assieme alla Pro Loco e in collaborazione con TESAF Dipartimento Territorio e Sistemi Agro-Forestali Università di Padova e DAFNAE Dipartimento di Agronomia Animali Alimenti risorse Naturali e Ambiente.

Il Radicchio di Castelfranco è stato definito un gastrotoponimo: non solo un prodotto, ma un elemento che racchiude in sé anche pratiche e saperi colturali e culinari, condivisone e forte identità territoriale, elemento di coesione e di partecipazione sociale. Il Radicchio di Castelfranco I.G.P. è un patrimonio della comunità. La Festa del radicchio 2021 nasce con lo spirito di ritrovare l’identità storica, culturale e gastronomica: una memoria non può essere solo conservativa e nostalgica, quanto un processo che si rinnova ogni anno di nuove azioni ed iniziative che, oltre al rinnovamento di quella memoria, richiedono di essere costruite anno dopo anno.

Commenta il sindaco, Stefano Marcon: “Ringrazio la Pro loco che si configura come braccio operativo dell’amministrazione comunale: abbiamo voluto essere accanto al percorso di ricostruzione della associazione e ringrazio tutti i partner della manifestazione, il Comitato Pro loco Unpli Veneto, il Consorzio Tutela Radicchio Rosso di Treviso IGP e Radicchio Variegato di Castelfranco IGP ma anche a Tesa Dipartimento Territorio e Sistemi agro-forestali Università Padova e il Dipartimento di Agronomia Animali alimenti risorse naturali e ambiente per l’importante contributo all’organizzazione della kermesse”.

Aggiunge la vicesindaco, Marica Galante: “Esprimo la mia gioia per essere riusciti a rinnovare questa collaborazione Con il nuovo direttivo della Pro Loco e riportare in città la manifestazione dedicata al radicchio variegato di Castelfranco Veneto. Dividendoci i compiti abbiamo cercato di creare un programma diverso ma che integra diverse peculiarità e che esalta il vero protagonista della Festa. Sarà una edizione comunque ridotta, incentrata su due giornate, l’11 ed il 12 dicembre, per le note limitazioni legate alla pandemia in corso”. Conclude la neo-presidente della Pro Loco, Barbara Grassi: “La festa del radicchio variegato Castelfranco Veneto 2021 rappresenta il bagnino battesimo perché è il primo evento pubblico che la Pro Loco di Castelfranco Veneto Assieme al comune  e agli attori che in questo territorio si occupano di radicchio".

PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE

Sabato 11 (dalle 18.00) e tutta la domenica 12 dicembre in piazza XXIV maggio degustazione a base di radicchio curata dal Consorzio del Radicchio in collaborazione con il Consorzio “Ristoranti del radicchio”. Domenica 12 dicembre, dalle 10 alle 12 in piazza XXIV maggio, avrà luogo la rassegna fiori d’inverno-esposizione dei produttori nella tensostruttura fieristica e premiazione del Miglior Radicchio Variegato di Castelfranco I.G.P. Contemporaneamente, sarà possibile visitare il centro storico con guida turistica gratuita. Per prenotazioni rivolgersi all’Ufficio IAT di Castelfranco Veneto o telefonare al numero telefonico 0423 735624.

La grande novità di questa edizione è la tavola rotonda RADICI & RADICI che si svolgerà domenica 12 dicembre in Villa Revedin Bolasco, dalle 09.30 alle 12.30 durante la quale sarà presentato il progetto che vedrà impegnati per i prossimi quattro anni esperti del mondo dell’istruzione, a partire dall’Università, storici, agronomi, esperti di cucina ed appassionati di questa radice sui seguenti temi:

-  La storia botanica ma anche genetica del Radicchio Variegato di Castelfranco I.G.P.

-  La storia delle pratiche agronomiche di questa coltura

-  La storia del ruolo che ha avuto questa come tante altre “erbe” nell’alimentazione contadina prima e nella ristorazione poi

-  La storia di questa manifestazione e non solo...

Parteciperanno: Andrea Ghedina, Andrea Milani, Daniele Carnio, Domenico Andolfato, Giacinto Cecchetto, Giancarlo Baggio, Giancarlo Saran, Myrtha Zierock, Nazzareno Bolzon, Nicola Dinato, Paolo Sambo, Raffaele Cavalli, Renato Ballan, Roberto Robazza, Silvano Rodato. Coordina: Danilo Gasparini. Prenotazione e green pass obbligatori: info@prolococastelfrancoveneto.it

I partecipanti alla tavola rotonda potranno anche presenziare e visitare l’esposizione delle opere vincitrici delle edizioni 2018 e 2019 del Concorso di pittura ad acquerello del Comune di Castelfranco Veneto, in partenariato con il Consorzio tutela Radicchio Rosso di Treviso e Radicchio Variegato di Castelfranco “LA STORIA, IL LAVORO E IL TERRITORIO DI PRODUZIONE DEL RADICCHIO VARIEGATO DI CASTELFRANCO”. In questa occasione sarà poi lanciato il nuovo Concorso 2022.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa del radicchio, a Castelfranco la manifestazione dedicata al “fiore che si mangia”

TrevisoToday è in caricamento