menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
In foto: Nadia Carniato

In foto: Nadia Carniato

Congresso Filcams, Nadia Carniato fa il bis

Con 37 voti su 42 l’assemblea generale riconferma la Carniato al vertice della categoria. Le questioni aperte: conciliazione di vita e lavoro, cambio generazionale e scarse tutele

All’interno del percorso congressuale della Cgil trevigiana anche la Filcams ha rinnovato i propri vertici organizzativi. Il congresso di categoria, tenutosi mercoledì 10 ottobre, al Bhr Hotel di Quinto di Treviso, ha visto la riconferma di Nadia Carniato alla segreteria generale con 37 voti su 42.

Per una categoria che è cresciuta dal 2013 a oggi, passando da 4.350 a 5.367 iscritti, quella di Nadia Carniato è una convalida del buon lavoro svolto in questi cinque anni. Con 37 voti favorevoli espressi dall’assemblea generale, composta per intero da 42 componenti, la Carniato fa il bis e resta alla guida della Filcams, la sigla della Cgil trevigiana che segue i lavoratori del commercio, della grande distribuzione e della distribuzione cooperativa, della vigilanza, del turismo e del terziario in generale. Il percorso congressuale ha contato 46 assemblee tenute nei luoghi di lavoro della provincia, coinvolgendo circa quattromila lavoratori e lavoratrici. Nella giornata di mercoledì, inoltre, gli 89 delegati (62 donne e 27 uomini) riuniti a congresso hanno eletto anche il direttivo di 35 componenti. «I grandi temi sui quali in sindacato si è interrogato e si sta muovendo in questa fase economica e sociale sono quello della conciliazione tempi di vita e di lavoro, in particolare per settori appannaggio delle donne - ha detto Nadia Carniato - l’inserimento dei giovani e il cambio generazione che ne consegue e che deve essere, la modernizzazione di alcuni ambiti, come quello strategico del turismo e più in generale del terziario. Sul versante poi della contrattazione, sia nazionale sia decentrata - aggiunge la Carniato - è sempre costante l’impegno delle nostre rappresentanze a tutti i livelli. Infine gli appalti, qui ancora molto resta da fare per il rispetto della legalità e per una piena tutela del lavoro».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento