rotate-mobile
Attualità Follina / Via Fossa

Inaugurato il nuovo Ecocentro per Cison di Valmarino, Follina e Miane

Un’area capace di ricevere maggiori quantitativi di rifiuti, orari di apertura più ampi e spazi più sicuri per i cittadini. L’investimento di Savno ammonta a 750 mila euro, ai quali si aggiunge un finanziamento di 100 mila euro da parte del Centro di Coordinamento RAEE

É stato inaugurato sabato 21 novembre, il nuovo Centro di Raccolta intercomunale al servizio dei residenti di Cison di Valmarino, Follina e Miane. Presenti, insieme alle autorità locali, ai sindaci dei Consigli Comunali dei Ragazzi Virginia Possamai (Cison e Follina) e Edoardo Amidani (Miane) e alla cittadinanza, anche il presidente della Provincia di Treviso, Stefano Marcon, l’assessore regionale all’ambiente, Gianpaolo Bottacin, il deputato Gianangelo Bof e l’europarlamentare Gianantonio Da Re.

Il nuovo ecocentro di via Fossa, nei pressi della Strada Provinciale 4, a Follina, già a disposizione dell’utenza, prenderà il posto delle piazzole ecologiche dei singoli Comuni per fornire alle famiglie e alle attività del territorio un servizio migliore, mettendo a disposizione un’area capace di ricevere maggiori quantitativi di rifiuti, orari di apertura più ampi e spazi adeguati ad una maggiore sicurezza dei cittadini.

La realizzazione della nuova struttura, cominciata nel maggio 2022, si è conclusa lo scorso ottobre. “L’investimento di Savno ammonta a 750 mila euro, ai quali si aggiunge un finanziamento di 100 mila euro da parte del Centro di Coordinamento RAEE, Consorzio per la gestione dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche – ha spiegato il presidente di Savno, Giacomo De Luca - Sugli 80 progetti premiati dal bando, il nostro si è classificato al primo posto: con la somma ricevuta, ci siamo concentrati in particolare sulla creazione di un’area dedicata allo smaltimento dei RAEE totalmente al coperto, per ridurre il rischio di furti ed effrazioni di materiale”.

Nel dettaglio, i cassoni posizionati nel nuovo ecocentro intercomunale di via Fossa sono 19, di cui 4 casse compattanti e 15 cassoni scarrabili. Molteplici le tipologie di materiali conferibili: abiti e scarpe usati (progetto Humana), accumulatori al piombo, carta, cartone, imballaggi in plastica, inerti, ingombranti, legno, metalli, olio minerale, olio vegetale, pile, plastica dura, pneumatici, Raee (R1-R2-R3-R4-R5), Rup (bombolette spray, farmaci scaduti, contenitori vuoti contaminati, vernici/inchiostri/adesivi/resine non pericolose e pericolose), tappi in sughero, toner, verde e ramaglie, vetro. Il progetto è stato redatto dall’ingegnere Yannik Da Re e dal geometra Giorgio Bessega, mentre i lavori sono stati condotti dall’impresa edile di Eugenio Casagrande.

“É una giornata speciale: per Savno, ma soprattutto per la cittadinanza, che d’ora in avanti potrà contare su un ecocentro più moderno, adeguato agli attuali standard di servizio e di sicurezza – ha commentato il presidente del Consiglio di Bacino di Sinistra Piave, Roberto Campagna – La scelta di costruire un nuovo ecocentro intercomunale ci permetterà di uniformare il servizio erogato all’utenza ed è legata a motivazioni tecniche-logistiche: le precedenti strutture, infatti, erano sottodimensionate e incapaci di permetterci una pianificazione degli interventi sul lungo periodo”.

“È un piacere condividere con Cison di Valmarino e Miane un progetto di carattere intercomunale, a beneficio dell’intera comunità. Finalmente possiamo offrire ai cittadini dei 3 Comuni, che insieme costituiscono un bacino di 5.348 utenze, un ecocentro perfetto in termini di sicurezza, posizione e varietà di materiali da conferire – ha detto il sindaco di Follina, Mario Collet – Grazie a Savno e al Consiglio di Bacino Sinistra Piave per essersi adoperati per raggiungere un grande risultato: il nuovo Centro di Raccolta di via Fossa si trova in un’area centrale nei pressi della Provinciale, è facile da raggiungere e soddisfa pienamente i migliori standard di servizio moderni”.

“Il nuovo Centro di Raccolta rappresenta un esempio concreto della sinergia tra i diversi territori e le società che operano sugli stessi. Si tratta di un progetto ambizioso, che ha lo scopo di portare ad un ampliamento ed un miglioramento della qualità del servizio reso da Savno ai cittadini – hanno commentato la sindaca di Cison di Valmarino, Cristina Da Soller, e il primo cittadino di Miane, Denny Buso - Siamo convinti che un Centro con un orario di apertura ampliato e la possibilità di effettuare un conferimento di numerosi materiali in assoluta sicurezza rappresenti l'ennesimo passo in avanti verso un sistema sempre più moderno ed evoluto che agevoli i cittadini e allo stesso tempo favorisca, tramite il riciclo sempre più raffinato, la green economy ed il rispetto dell'ambiente”.

Il nuovo centro di raccolta intercomunale osserverà le seguenti giornate d’apertura: lunedì (dalle ore 14 alle ore 17), martedì (dalle ore 9 alle ore 12), mercoledì (dalle ore 14 alle ore 17), e sabato (dalle ore 9 alle ore 12 e dalle ore 14 alle ore 17).

Come di consueto, le famiglie potranno recarsi all’ecocentro presentando la tessera sanitaria e/o copia dell’ultima fattura dei rifiuti dell’intestatario. Novità, invece, per quanto riguarda l’accesso riservato alle attività artigianali, commerciali e industriali: non servirà più utilizzare il pass cartaceo, ma basterà esibire una copia dell’ultima fattura di Savno, contenente il codice a barre identificativo dell’utenza.

Le famiglie con servizio di raccolta pannolini attivo (bambini fino a 3 anni di età) o pannoloni (adulti con comprovate necessità) potranno continuare ad utilizzare gli appositi contenitori situati nell’area esterna al vecchio ecocentro di via Cava, a Miane. Per qualsiasi informazione gli uffici di Savno sono a disposizione al numero 0438 1711001. In alternativa, è possibile consultare l’apposita sezione al sito www.savnoservizi.it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugurato il nuovo Ecocentro per Cison di Valmarino, Follina e Miane

TrevisoToday è in caricamento