Fondazione Cassamarca apre al pubblico i suoi musei

Da ottobre saranno visitabili la Sala dei Rettori del Monte di Pietà e il piano terra e il mezzanino di Ca' Spineda, adibiti a gallerie d'arte per ospitare le opere del fondo Bortolan

Fondazione Cassamarca aderisce anche quest’anno a due importanti eventi nazionali finalizzati a far conoscere il ruolo delle fondazioni di origine bancaria sul territorio.

Si comincia il 1 ottobre, data in cui, dal 2013, si festeggia la “Giornata Europea delle Fondazioni”. La ricorrenza è stata voluta dal network europeo delle associazioni nazionali di fondazioni (Dafne), di cui l’Acri, associazione nazionale che riunisce le fondazioni italiane di origine bancaria, fa parte, coinvolgendo anche Assifero, l’associazione nazionale di categoria delle fondazioni ed enti filantropici italiani. 
La finalità dell’evento è quella di promuovere sui rispettivi territori iniziative volte a diffondere una maggiore riconoscibilità delle fondazioni, la cui azione viene spesso ignorata dal grande pubblico. Non si tratta di focalizzare l’attenzione sulle attività delle fondazioni né sulla quantità di risorse che esse impiegano per realizzare i loro progetti quanto piuttosto sui valori che accomunano tutte le fondazioni (di origine bancaria e non) e che sono alla base del loro operare nei diversi settori. L’iniziativa è sostenuta da una campagna di comunicazione nazionale che punta a valorizzare il ruolo delle fondazioni quali soggetti in grado di attivare e coinvolgere altri partner nella sfida condivisa per il bene comune. Tutta la comunicazione sarà caratterizzata dall’hashtag #quantocambia, accompagnato dal claim “comunità è azione”. Fondazione Cassamarca aderisce alla giornata dando una testimonianza concreta di condivisione attraverso l’apertura alla città di un nuovo spazio espositivo presso Ca’ Spineda. Un’ala dello storico edificio seicentesco che ospita la sede di Fondazione ospiterà dal 1° ottobre una parte della ricca collezione di opere d’arte dell’Ente, che sarà aperta al pubblico.

Inoltre la fondazione trevigiana aderisce anche quest’anno all’iniziativa dell’Abi “Invito a Palazzo” giunta alla XVIII edizione, realizzata in collaborazione con l’Acri, sotto l’Alto Patronato del Presidente della repubblica e con il patrocinio della Commissione Nazionale UNESCO e del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali. Per l’occasione aprirà le porte della sua storica sede di Ca’ Spineda, magnifico palazzo seicentesco, che prende il nome dai suoi antichi proprietari. La sede sarà aperto al pubblico sabato 5 ottobre dalle 10 alle 19. L’ingresso sarà consentito in gruppi, senza bisogno di prenotazione, con visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni® del Liceo Classico “A. Canova” di Treviso e con la collaborazione del Gruppo Nuove Generazione dell’Associazione Trevisani nel Mondo. Nella stessa giornata sarà aperto anche il Monte di Pietà con la magnifica Cappella dei Rettori. L’edificio, di proprietà di Fondazione Cassamarca, è attualmente locato a Unicredit che ha aderito alla giornata “Invito a Palazzo”. L’apertura del 5 ottobre di questo splendido edificio anticipa il progetto, voluto dal Presidente della Fondazione Cassamarca, di aprire alla cittadinanza questo luogo. Grazie alla collaborazione con ricredi questo progetto sta per essere realizzato e consentirà a trevigiani e turisti di accedere ad uno dei luoghi che, come ha ricordato il New York Times nel recente servizio dedicato a Treviso, è “the planet’s most beautiful pawnshop”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento