Capoluoghi di provincia virtuosi: Treviso al primo posto in Veneto, ottavo in tutta Italia

Semaforo verde nella speciale graduatoria che tiene conto di: bilancio, Governance, gestione del personale, servizi e rapporto con i cittadini, appalti e ambiente

Il sindaco Mario Conte (Immagine d'archivio)

Treviso è all’ottavo posto nel Rating pubblico di Fondazione Etica. Il capoluogo della Marca è infatti rientrato nella fascia “verde” del rating, indice di misurazione comparata delle amministrazioni pubbliche creato sulla base degli obblighi di trasparenza introdotti dal cosiddetto decreto trasparenza e dalla legge anticorruzione del 2012 con lo scopo di valutare e comparare la loro trasparenza, integrità ed efficienza.

RATINGFONDAZIONEETICA-2

Il rating prende in considerazione sei aree relative alla capacità amministrativa delle amministrazioni pubbliche: Bilancio, Governance, Gestione del personale, Servizi e rapporto con i cittadini, Appalti e rapporto con i fornitori, Ambiente. Treviso è sesta nel Nord Italia dopo Milano, Cuneo, Reggio Emilia, Bologna e Udine e occupa la stessa posizione di pregio  anche nell’area “Governance”, vero cuore della performance di una qualsiasi di amministrazione e che determina il funzionamento del motore amministrativo e suddiviso nell’analisi in due aspetti principali: trasparenza ed efficienza, con particolare attenzione alla capacità di lavorare per obiettivi e di monitorare le attività, di dotarsi di strumenti tecnologici, di adempiere agli obblighi normativi di accountability. In particolare, Treviso è nella top 10 anche per servizi e rapporto con i cittadini (6° posto) e per gestione del personale (13° posto). «Siamo orgogliosi e soddisfatti per questo risultato che certifica come, nonostante i tagli ai trasferimenti statali e alla burocrazia pressante Treviso, come pubblica amministrazione, sia riuscita a confermarsi comune virtuoso - afferma il sindaco Mario Conte - Se la macchina amministrativa funziona bene, si ha la possibilità di garantire ai servizi non solo politiche vicine ai bisogni dei cittadini ma anche tutti quei servizi essenziali che devono essere anche erogati all’insegna dell’efficienza senza sprechi e gestendo bene le risorse a disposizione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunce

  • Covid, Zaia: «Treviso è in area critica per i ricoveri ospedalieri»

  • Schianto tra camion, chiuso il tratto Portogruaro-San Stino della A4

Torna su
TrevisoToday è in caricamento