rotate-mobile
Attualità Sernaglia della Battaglia

Fontane Bianche, ripristinato e restituito alla comunità il patrimonio naturalistico

Il progetto prevede il ripristino di parte del percorso attrezzato di accesso all’omonima area naturalistica, situata in prossimità all’alveo del fiume Piave tra le frazioni di Fontigo e Falzè

In questi giorni sono state riposizionate le passerelle in legno rimesse a nuovo che sono parte del percorso naturalistico delle Fontane Bianche oggetto dell'intervento di ripristino. In assenza delle passerelle è stato messo in sicurezza l'ambito naturalistico con il rifacimento e la sistemazione delle sponde erose dall'acqua. Il progetto prevede il ripristino di parte del percorso attrezzato di accesso all’omonima area naturalistica, situata in prossimità all’alveo del fiume Piave tra le frazioni di Fontigo e Falzè.

Gli interventi si sono resi necessari a seguito dei danni subiti nell’autunno 2018 a causa degli eventi eccezionali di piena che hanno divelto e spostato una delle tre passerelle, oltre ai normali fenomeni di ammaloramento e degrado causati dal tempo, e comprendono interventi di manutenzione straordinaria sulle tre passerelle pedonali ad arco, sulle piazzole e belvedere e percorsi di accesso in legno, che dal parcheggio consentono il superamento dei corsi d’acqua e l’accesso all’area naturalistica (circa 35 ettari) gestita in concessione demaniale al circolo Legambiente di Sernaglia della Battaglia. Il progetto di ripristino del percorso naturalistico “Fontane Bianche” considerava un importo complessivo dell’opera pari ad 82mila euro, totalmente finanziato con il contributo regionale del PAR-FSC 2007-2013.

Dopo la rimozione e il trasporto a stabilimento delle passerelle, la ditta specializzata incaricata dall’appaltatore ha smontato i vari elementi costituenti riscontrando uno stato di degrado e marcescenza (non rilevabile in fase di progetto se non smontando i componenti) tale da compromettere le caratteristiche di resistenza degli elementi strutturali e non permetterne il riutilizzo. Sulla base di questa situazione, sono state avviate delle valutazioni per la sostituzione delle travi portanti con nuove travi in acciaio, che richiedono minor manutenzione e garantiscono una maggior durata.

Reperite le necessarie risorse, pari ad ulteriori 40mila euro, nel mese di ottobre si è provveduto ad approvare la perizia di variante ed i lavori sono ripresi subito dopo. Ad oggi i lavori sulle passerelle sono completati. «Le Fontane Bianche sono un patrimonio naturale e paesaggistico importante per il nostro territorio – afferma il sindaco Mirco Villanova –, un luogo caro alla nostra comunità, nel quale si può ammirare e vivere appieno la natura. È una grande soddisfazione per l’Amministrazione Comunale vedere quel luogo riportato alla sua bellezza originaria, nuovamente fruibile e riconsegnarlo finalmente alla comunità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fontane Bianche, ripristinato e restituito alla comunità il patrimonio naturalistico

TrevisoToday è in caricamento