Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità Fonte

Il perdono "chiave" per rinascere anche dopo una violenza

La testimonianza dello scrittore Davide Biscaro agli alunni della scuola di Formazione professionale Fondazione Opera Monte Grappa

«Un contributo concreto alla vita di tanti ragazzi che hanno bisogno non solo di una nuova possibilità ma di poter vedere il mondo con occhi nuovi, quegli occhi che gli eventi della vita hanno spento in loro». Don Paolo Magoga presidente della Fondazione Opera Monte Grappa che tra l’altro gestisce la scuola di Formazione Professionale di Fonte (Treviso), spiega così l’obiettivo del concerto-spettacolo organizzato dalla scuola e svoltosi venerdì 15 settembre nei campi sportivi della parrocchia di Fonte. Lo spettacolo è basato sul libro dello scrittore Davide Biscaro e ha dato avvio all’anno scolastico per gli oltre 600 allievi della scuola.

Musica rock e letture di alcuni brani del libro hanno attirato l’attenzione dei ragazzi e delle ragazze tanto da suscitare commozione e lacrime in più di qualcuno. Biscaro alla fine dello spettacolo ha più volte comunicato il proprio numero di telefono in una sorta di “pronto soccorso” per i ragazzi. «Rispondo anche di notte», ha precisato. Il libro, dal titolo “Spaceboy” (Il Seme Bianco Editrice Roma – 16,50 €), è diventato best seller e si è trasformato in un progetto più grande attraverso la collaborazione con l’associazione di volontariato “La Casa sull’Albero” di Bassano del Grappa. Un’associazione di volontari che accompagna e promuove l’accoglienza di bambini e ragazzi che temporaneamente sono allontanati dalla loro famiglia di origine, attivando al loro fianco le possibili risorse dei cittadini nel prendersi cura e nell’offrire loro spazi di normalità. Parte del ricavato della vendita va al sostegno di questo progetto sociale.

«Il messaggio che ho inteso trasmettere con questo libro» afferma Biscaro, «è che qualsiasi cosa ci succeda nella vita, la chiave è il perdono. Chi di noi nella vita non ha subito violenza o una situazione scomoda? La società cerca di omologarci, la bellezza è essere sé stessi e accettare i propri difetti anche fisici, perché ci rendono unici»

“Spaceboy” è il viaggio di un ragazzino per cercare di ritornare a casa, dopo che un mostro ha abusato di lui. Sarà un viaggio intenso, lungo una vita, e in questo tempo crescerà fino a diventare un uomo. Un viaggio unico e incredibile, durante il quale incontrerà nuovi amici e con essi vivrà mille avventure: alcune divertenti, altre formative, altre ancora drammatiche. Un viaggio dove scoprirà il sesso, la droga e il rock & roll, ma anche e soprattutto un viaggio dove imparerà che la potenza del perdono è la chiave per riuscire ad amare

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il perdono "chiave" per rinascere anche dopo una violenza
TrevisoToday è in caricamento