rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Attualità Conegliano

Castello di Conegliano, sparisce una scultura in marmo: si indaga per furto

La sparizione risale al mese di maggio quando le sale del museo hanno riaperto dopo il lockdown. La Polizia è ora alla ricerca di una testa in marmo un tempo esposta in sala Vazzoler

Sono in corso ormai da diversi giorni le indagini della Polizia di Stato sulla sparizione misteriosa di una scultura in marmo conservata all'interno del castello di Conegliano.

Come riportato da "Qdpnews", si tratta di una testa in marmo di 20 centimetri per dieci, che si trovava all'interno della sala Vazzoler, utilizzata spesso per celebrare i matrimoni civili. Quando a maggio, dopo la fine del lockdown, le sale del castello hanno riaperto il personale si è accorto che la scultura era sparita. Il presunto furto non sarebbe avvenuto però durante la pandemia ma nei giorni immediatamente successivi alla riapertura. Al momento resta il mistero sull'identità dei responsabili. Il Comune di Conegliano ha chiesto alla Polizia di avviare le indagini sulla vicenda, chiedendo all'autore del furto di riconsegnare la statua, anche in forma anonima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castello di Conegliano, sparisce una scultura in marmo: si indaga per furto

TrevisoToday è in caricamento