menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'interno del Galium

L'interno del Galium

Noto locale dona il pranzo per tutti i volontari che lottano contro il Coronavirus

L'idea è venuta ai titolari dell’Antica Taberna «Galium» di Vittorio Veneto. A beneficiarne sono stati i servizi sociali, la polizia municipale e la protezione civile

L’Antica Taberna «Galium» di Vittorio Veneto in queste ore ha voluto omaggiare la Polizia municipale, la Protezione civile, i Servizi sociali e i volontari impegnati nel territorio comunale ad affrontare questa particolare situazione legata alla diffusione del Coronavirus, offrendo loro il pranzo per ringraziarli dell’immenso lavoro che stanno svolgendo - molto più intensamente del solito - in un periodo di seria criticità.

«Il pranzo è un momento fondamentale - commentano i titolari del "Galium" - che ci permette di fermarci, anche se per poco tempo e di riguadagnare le forze che ci servono per affrontare, con una marcia in più, il resto della giornata! Il nostro ringraziamento e sostegno va a tutti coloro che si stanno adoperando per aiutare il prossimo. Grazie alle molteplici iniziative nate in questi giorni nella nostra città molte persone possono ricevere sostegno per affrontare le difficoltà quotidiane. Restiamo a casa; manteniamo le giuste distanze: supereremo uniti questa emergenza! Andrà tutto bene!».

L’assessore Antonella Caldart che, insieme al Comandante della Polizia locale Ezio Camerin, ha ricevuto le pizze poi distribuite a dipendenti e volontari ha rivolto «un particolare ringraziamento al "Galium" che con questa iniziativa ha voluto pensare anche a chi, all’interno dei comuni, si sta adoperando senza riserve per sostenere i nostri cittadini e in particolare i più deboli».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento