rotate-mobile
Attualità Villorba / Via Giovanni Boccaccio, 4

Emergenza gattini, l’associazione GattiVagabondi: «Aiutateci, serve qualcuno che li adotti»

L'associazione di Villorba cerca disperatamente balie umane dopo che nelle ultime settimane sono state trovate cinque neo mamme con 15 gattini, altre 2 gatte in procinto di partorire e 33 micetti trovati senza mamma

È un vero e proprio grido d'aiuto quello lanciato dall'Associazione GattiVagabondi di Villorba, che nelle ultime settimane si è vista sommersa di richieste d'aiuto. 5 neo mamme feline con 15 gattini, altre 2 gatte in procinto di partorire e 33 gattini trovati senza mamma e quindi in pericolo di vita: questa la dimensione di un'emergenza che, anno dopo anno, non accenna a diminuire. Già allo stremo il rifugio di via Boccaccio: l'appello è a chiunque voglia mettersi in gioco e accogliere questi neonati per garantire loro la sopravvivenza in attesa di darli successivamente in adozione. Informazioni al 324 0516659.

Associazione GattiVagabondi 6

Anche quest'anno il copione si ripete, riga dopo riga, identico agli anni precedenti. Con l'avvio della primavera e l'arrivo del caldo, il telefono dell'Associazione GattiVagabondi ODV di Villorba comincia a squillare senza sosta: da tutta la Marca arrivano segnalazioni di gatte gravide e gattini neonati abbandonati. Il rifugio di via Boccaccio ha accolto in poche settimane 5 neo mamme feline, ciascuna con 3 piccoli, 2 gatte in procinto di partorire e 33 gattini che hanno dai pochi giorni a qualche settimana di vita e ritrovati - nella maggior parte dei casi - in pessime condizioni di salute. Ma nonostante l’emergenza e la difficoltà della situazione, non c’è il tempo di fermarsi e lasciarsene sopraffare perché le richieste d’aiuto sono continue e pressanti: in altre parole, questi numeri sono destinati ad aumentare già nelle prossime ore. Alcuni gattini vengono trovati da attenti passenti nei fossi, altri vengono lanciati da auto in corsa, altri ancora lasciati nei giardini di persone inconsapevoli, ma c’è anche chi li chiude nei sacchetti di plastica e li abbandona in luoghi poco frequentati ad agonizzare per ore. L’Associazione GattiVagabondi, che già accoglie oltre 50 gatti adulti in cerca di adozione, è allo stremo di forze, risorse e spazio e si appella ai cittadini: offritevi come balie umane. Basta una piccola stanza tranquilla, un bagno per esempio - spiegano dall’Associazione - e un po’ di tempo a disposizione per monitorare la situazione. I cuccioli sono molto fragili, soprattutto se allontanati fin da subito dalla madre che, o perché deceduta o perché i piccoli le sono stati portati via da qualche proprietario poco sensibile, non ha potuto allattarli e quindi trasmettere loro gli anticorpi necessari per sopravvivere. L’Associazione fornirà tutto il necessario per l’allattamento, biberon e latte in polvere, nonché il supporto dei volontari e dei veterinari. Allo svezzamento si occuperà direttamente dell’adozione dei piccoli. Lo scopo infatti è quello di tenerli in vita e metterli in forze finché non avranno raggiunto l’età necessaria per essere dati in adozione. Per quanti volessero aiutare ma non hanno possibilità di accogliere queste creature sfortunate, è possibile fare all’Associazione donazioni economiche a supporto delle tante spese veterinarie, ma anche di cibo per mamme e cuccioli o di materiale come asciugamani ben tenuti, detersivi e carta assorbente. Per informazioni su come aiutare, contattare Mayla: 324 0516659.

Il commento

«Come ogni primavera ci troviamo allo stremo: ancora una volta il nostro territorio si dimostra non aver capito l’importanza della sterilizzazione e siamo circondati di persone senza scrupoli che lasciano queste povere creature a morire - accusano con frustrazione i volontari dell'associazione GattiVagabondi di Villorba -. Noi volontari facciamo quello che possiamo e anche di più, ma siamo persone normali, come tutti, con delle vite e lo stesso numero di ore in una giornata. Ci rivolgiamo dunque ai nostri concittadini e concittadine della Marca e chiediamo che non si voltino dall’altra parte: a volte basta davvero un minimo sforzo da parte di tante persone per salvare queste piccole vite innocenti. Siamo sicuri che ci siano anche molte persone di gran cuore in questo territorio: se ci siete, noi vi aspettiamo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza gattini, l’associazione GattiVagabondi: «Aiutateci, serve qualcuno che li adotti»

TrevisoToday è in caricamento