Gay Pride a Treviso: il Comune non concede il patrocinio all'evento

Decisione destinata a far discutere per il sindaco Mario Conte che ha comunque precisato come il Comune non patrocinerà nessun tipo di evento a favore o contro il Gay Pride

Il sindaco Mario Conte (Foto d'archivio)

La richiesta di patrocinio presentata dal Coordinamento Lgbte Treviso per il “Gay Pride 2019” è stata rifiutata dall'amministrazione guidata dal sindaco Mario Conte che ha deciso di non concedere il patrocinio né al Pride così come a nessun'altra manifestazione o contromanifestazione sul tema.

«Pur rispettando le idee, le sensibilità e il diritto di manifestazione del pensiero degli organizzatori e dei partecipanti - commenta il sindaco Mario Conte - riteniamo opportuno perseguire una linea di equilibrio e terzietà rispetto a simili iniziative volta anche a non dare adito a sterili polemiche o a strumentalizzazioni di tipo politico. Auspichiamo comunque che tali manifestazioni si svolgano nel pieno rispetto del prossimo al di là delle reciproche e legittime posizioni su materie sociali e diritti civili».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Fossalunga, imprenditore e padre di due figlie trovato morto

  • Incubo finito, Letizia rintracciata a Piacenza

  • Uccisa a Capo Verde: sui social una raccolta fondi per aiutare i figli

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Lego in mostra a Treviso: migliaia di mattoncini per una città ecosostenibile

  • Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

Torna su
TrevisoToday è in caricamento