menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ferdinando Polegato e Giancarlo Gentilini (Foto tratta da Facebook)

Ferdinando Polegato e Giancarlo Gentilini (Foto tratta da Facebook)

Gentilini in posa con il cappello da gerarca fascista: la foto diventa virale

L'ex sindaco sceriffo ha incontrato domenica scorsa Ferdinando Polegato, ristoratore pordenonese nostalgico del Ventennio. La foto ha diviso i social tra critiche e apprezzamenti

Giancarlo Gentilini, ex sindaco-sceriffo di Treviso, torna a far parlare di sé per una controversa fotografia pubblicata domenica 3 marzo sui social network. Lo scatto incriminato ritrae l'ex primo cittadino del capoluogo di Marca in compagnia di Ferdinando Polegato, ristoratore di Sequals, noto per le sue dichiarate posizioni fasciste e candidato a sindaco di Pordenone nel 2016 come capogruppo della lista di estrema destra "Rebalton".

La visita di Gentilini nel locale dell'amico friulano è stata immortalata dal figlio dello Sceriffo, Antonio Gentilini, che sul suo profilo Facebook ha aggiunto una didascalia a dir poco controversa come commento alla foto. «Onori ai difensori del credo fascista! Dio Patria e Famiglia» si legge di fianco all'immagine che ritrae Polegato e Gentilini con due cappelli utilizzati dai gerarchi del Duce durante il Ventennio fascista. La foto ha raccolto subito decine di commenti con molti sostenitori della coppia e nostalgici del fascismo che non hanno esitato a elogiare con toni entusiasti la rimpatriata tra i due amici. Non sono mancate ovviamente le polemiche per una foto destinata a far discutere ancora per molto tempo. Tanti utenti hanno trovato di cattivo gusto il fatto che sia Gentilini che Polegato abbiano deciso di indossare con così tanta disinvoltura i cappelli legati a una delle pagine più nere della storia italiana. Davanti alle critiche ricevute i conoscenti dello Sceriffo hanno cercato di smorzare la polemica dicendo che si è trattato di una foto goliardica scattata durante il Carnevale ma ormai l'immagine con il copricapo fascista era già diventata virale in Rete e Gentilini è tornato inevitabilmente a far parlare di sé.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Monastier, nuova tecnica 3D per gli interventi a spalla e ginocchio

  • Cronaca

    Coniglietto intrappolato nel camino: salvato dai pompieri

  • Eventi

    La lotta alla Mafia di Falcone e Borsellino raccontata da Pietro Grasso

  • Attualità

    Premio “Giuseppe Mazzotti” Juniores: prorogata la scadenza del bando

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento