Sabato, 19 Giugno 2021
Attualità

Doppio trapianto di fegato, poi il coma: elettricista muore a 39 anni

Gianluca Pastrolin ha perso la vita nella giornata di mercoledì 1 aprile a Maserada sul Piave. Il suo calvario negli ospedali della provincia era iniziato nell'autunno del 2001

Gianluca Pastrolin (Foto: Onoranze funebri Feltrin)

Ha resistito per diciannove lunghi anni alle avversità della malattia ma, alla fine, il suo cuore ha smesso di battere mercoledì scorso, 1 aprile, circondato dall'affetto dei familiari.

Maserada sul Piave piange in queste ore la scomparsa di Gianluca Pastrolin, venuto a mancare a soli 39 anni. Come riportato da "Il Gazzettino di Treviso", dopo il diploma nel 1981 all’Itis Max Plank, Gianluca aveva iniziato a lavorare come elettricista. Giovane, appassionato del suo lavoro e pieno di amici, il suo calvario negli ospedali della Marca è iniziato nell'autunno del 2001 quando si era sottoposto a un doppio trapianto di fegato a cui è seguito un periodo di coma. La sua grande tenacia l'aveva portato a resistere e risvegliarsi ma un secondo coma, a 17 anni di distanza dal primo, ha aggravato in maniera irreversibile le sue condizioni portandolo al decesso a soli 39 anni. Lo scorso dicembre il papà di Gianluca era mancato, stroncato da un male incurabile. La mamma Mirella e il fratello Massimiliano gli sono rimasti vicini fino all'ultimo giorno. I funerali di Gianluca si svolgeranno in forma strettamente privata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doppio trapianto di fegato, poi il coma: elettricista muore a 39 anni

TrevisoToday è in caricamento