Giavera Festival: durante la kermesse firmato il "manifesto" su accoglienza ed Europa

L'associazione "Ritmi e Danze dal Mondo" ha voluto dare un segno concreto sul tema di quest'anno "Occhi aperti sul mondo, un salto in altro" e la questione "migranti oggi"

GIAVERA DEL MONTELLO Al Giavera Festival nella giornata di domenica è stato sottoscritto un "manifesto" su accoglienza, Europa, musica e festa dagli organizzatori, ovvero l'associazione "Ritmi e Danze dal Mondo" sul tema di quest'anno "Occhi aperti sul mondo, un salto in altro" e la questione "migranti oggi". 

Il festival si è svolto in questo fine settimana, con una grande partecipazione di visitatori, arrivati da tutta la Regione. Grande partecipazione per il dibattito del mattino con Paolo Bergamaschi, consigliere politico della Commissione Esteri al Parlamento Europeo e l'antropologo Duccio Canestrini, sul ruolo dell'Europa nelle dinamiche internazionali e sugli sviluppi e cambiamente antropologici in corso. L'intera manifestazione si è svolta tra spettacoli da tutto il mondo, mimi, danze, burattini per i piccoli e musicisti. Grande interesse è stato poi dimostrato per le due mostre in esposizione, "Back to life in Iraq" del fotoreporter castellano Emanuele Confortin e "Nostra Guerra, Nuestro Dolor" del venezuelano Oscar Castillo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il GiaveraFestival pone quindi l’accento sulle molte sfaccettature dei temi legati all’immigrazione, alle politiche internazionali, all’accoglienza e all’integrazione. Per questi motivi gli organizzatori hanno deciso di aderire alla campagna “Tu da che parte stai?” di Welcoming Europe, che ha già raccolto oltre un milione di firme di cittadini europei in 12 mesi, con gli obiettivi di decriminalizzare la solidarietà, creare passaggi sicuri, proteggere le vittime di abusi. Vi aderiscono oltre 30 realtà associative italiane, tra cui Caritas, Migrantes, Acli, Actionaid, Arci, Legambiente, Libera, Buon Diritto, Radicali Italiani. Le persone presenti al MicroMacroGFest sono state invitate a sottoscrivere l’appello, che trovate su www.welcomingeurope.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Camion carico di pollame finisce sulla pista ciclopedonale

  • Partita la maxi campagna vaccinale per 15mila ragazzi trevigiani

  • Schiacciato da un camion in rotonda, ciclista muore a 63 anni

  • Borsa di cibo gettata tra i rifiuti: «Uno spreco che fa rabbia»

  • Sequestrata dai Nas la casa di riposo “Home Claudia Augusta”

Torna su
TrevisoToday è in caricamento