Fa annullare il rigore datogli per sbaglio dall'arbitro: la sua squadra perde

Il bel gesto del trevigiano Giovanni Madiotto durante l'incontro di Serie D tra Belluno e Union Clodiense è costato la vittoria alla sua squadra ma gli è valso molti elogi

Giovanni Madiotto in un'immagine d'archivio con la maglia del Feltre (Foto tratta da Facebook)

E' il tredicesimo minuto del secondo tempo nella sfida di Serie D tra Union Clodiense e Belluno quando l'arbitro fischia un rigore per la squadra ospite dopo un sospetto fallo di mano in area. Il Belluno potrebbe avere in tasca il rigore della vittoria ma il trevigiano Giovanni Madiotto va dall'arbitro e confessa: «Non è rigore. Il fallo l'ho fatto io». Un gesto di grande sportività che però costa al Belluno la vittoria in trasferta. Al novantesimo il Chioggia conquista i 3 punti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La vicenda, riportata da "Il Gazzettino di Treviso", ha suscitato fin da subito numerose reazioni tra il pubblico presente allo stadio. In un mondo ideale il gesto del calciatore trevigiano dovrebbe essere stato la normalità ma ha lasciato tutti stupiti per la sua grande sportività costata la vittoria alla sua squadra. Molti altri giocatori sarebbero stati zitti senza contestare la decisione sbagliata dell'arbitro. In Madiotto, invece, ha prevalso la correttezza e così, quando il signor Leone da Barletta (direttore di gara) è andato a chiedergli chi avesse toccato il pallone con il braccio, lui non ha esitato a confessare dicendo che era stato lui e non l'avversario, annullando di fatto il rigore. Applausi a scena aperta dai tifosi del Chioggia, commenti un po' meno convinti dai tifosi bellunesi in trasferta che si sono visti passare davanti una grande occasione persa. Sette minuti dopo questo episodio il giocatore trevigiano è stato sostituito. Resta la sua correttezza e onestà che si spera possa diventare sempre più da esempio in tutti i campi da gioco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade nelle acque del Sile, fugge in treno e lo ritrovano a Bassano

  • Tragedia in A27: perde il carico, scende a recuperarlo ma viene travolto

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Male incurabile, il sorriso di mamma Liliana si spegne a 47 anni

  • Tragico schianto col furgone nella notte: 62enne muore a pochi metri da casa

  • Malore fatale, operaio trovato morto in casa a 42 anni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento